Detenuto cucina e mangia il suo compagno di cella

0

 PARIGI – Forse Hannibal Lecter avrebbe gradito il pranzo del detenuto francese, Nicolas Cocaign, detenuto nel carcere di Rouen. Il 37enne prigioniero, in galera per stupro, ora rischia, a causa di un insolito menù, di restare tutta la sua vita dietro le sbarre ed in isolamento. Alla base del suo piatto c’era il suo compagno di cella, gli ha squartato il petto, dopo di che ha preso uno dei suoi polmoni, lo ha cucinato con cipolle, olio d’oliva, sale, pepe e lo ha mangiato. L’agghiacciante storia ha convinto le autorità a trasferire Cocaign, nel reparto psichiatrico criminale del carcere, e ora l’uomo dovrà comparire davanti al tribunale di Parigi, per rispondere all’accusa di omicidio e cannibalismo: l’hannibal francese rischia l’ergastolo. Nel frattempo i criminologi già stanno provvedendo ad inserirlo negli elenchi dei più cruenti e efferati killer della storia.

fonte:notiziarioitaliano

                                         inserito da michele De lucia

visita il mio blog

http://ilblogdimikidelucia.myblog.it