Non spegnere il desiderio

0

La fine della fase romantica e passionale di una relazione trasforma la vita sotto le lenzuola. La vittima sacrificale numero uno è l’eros. Ma la scintilla del desiderio per rimanere in vita va curata e alimentata sempre. Ecco come

 

Che siate sposati o conviventi poco importa: la fatidica crisi di coppia al giorno d’oggi arriva ben prima che nel settimo anno. Per alcuni comincia già al rientro dal viaggio di nozze. Il campanello d’allarme? Il sesso: se ne fa sempre meno. Quelli più a rischio sono i lui e le lei che arrivano alle nozze, o alla convivenza, dopo anni e anni di fidanzamento. La passione che nasce dall’attrazione fisica, quella che sconvolge letteralmente all’inizio di una relazione, non è destinata a essere un bene durevole, e speso accade che quando s’iniziano a fare progetti finisca per affievolirsi, se non addirittura sparire. La routine, lo stress, fanno il resto.

La fine della fase romantica passionale  trasforma una relazione. Le scintille sotto le lenzuola lasciano spazio ad altri sentimenti: la voglia di condividere un progetto di vita insieme, sostenersi reciprocamente. Sentimenti giusti, non fosse che così l’eros va a farsi benedire. Il tempo dedicato al sesso spesso si riduce la mattina, perché la sera si è troppo stanchi. Ma diventa un sesso mordi e fuggi fatto in fretta e furia prima di andare al lavoro. La scintilla della passione invece non deve conoscere fretta, e va curata e alimentata sempre. Ecco qualche dritta:

1 – Ricominciate a comportarvi come quando eravate fidanzati. E cioè non trascurate il vostro aspetto ma abbiate la massima cura di voi prima di ogni incontro. Indossa biancheria intima sexy e presentati al massimo della forma, ben vestita e con trucco e parrucco a postissimo. Non trascurate igiene e depilazione, a meno che lui non sia un amante del pelo selvaggio.
2 – Cambiare aria. non esiste solo il lettone matrimoniale, che magari ultimamente condividete con i pupi. Trovate luoghi diversi per fare sesso. In cucina, in bagno, sul divano, sul pavimento, nel garage…
3 – Una notte speciale. Concedetevi una pausa dalla quotidianità, salite in auto e andate a fare sesso in un motel. Sceglietene uno carino, con vasca idromassaggio e specchi ampi, sul soffitto o le pareti. Giocare agli amanti clandestini fa bene ed è divertente.
4 – Lo shopping che piace anche a lui. Andate in un sexy shop, fate un primo giro insieme, poi dividetevi: ciascuno seleziona dagli scaffali quel che gli piacerebbe portare a casa, poi ritrovatevi e selezionate. Via i doppioni, via le cose a cui proprio volete dire di no. Su tutto il resto, dimostratevi aperti il più possibile.
5 – Il solito? No grazie. spesso le coppie cascano in un rituale. Qualche bacio, un paio di carezze e via con la penetrazione. Sembra un copione da seguire: che noia! Quindi evitate di ripetere ogni volta le stesse identiche mosse, provate a variare lo schema, a cercare nuovi preliminari a testare nuove carezze, ad accarezzarvi in parti del corpo che di solito trascurate. Non sai mai dove si può nascondere una zona erogena
6 – Chi non cambia mai posizione è uno stolto: vale anche a letto. Non riducetevi alle solite due o tre in cui vi sentite a vostro agio e che ormai sono, diciamo, consolidate. Variate, proponete con dolcezza qualche variazione. Non è necessario fare acrobazie, trasformarsi in contorsionisti o sfogliare il kamasutra per lanciarsi in grovigli impossibili. Basta usare un po’ di fantasia, e improvvisare.
7 – Non solo quello. Non esistono solo gli organi genitali. Portare il/la partner al raggiungimento del piacere usando anche altro. Le mani, la bocca, qualche sex toy che avete appena acquistato. Concludete la serata con un massaggio sensuale e rilassante in modo che il piacere dell’incontro sia prolungato.
8 – Concedetevi del tempo come coppia. Se avete figli qualche volta affidateli a nonni o zie, e concedetevi un week-end o una vacanza “da sposini”. Senza sensi di colpa, perché non vi trasformerete certo in cattivi genitori per qualche giorno di assenza. Riscoprite il piacere di stare da soli.
9 – Coccolatevi sempre: le seduzione inizia ben prima di varcare la soglia della camera da letto: una bella cena a lume di candela, non necessariamente al ristorante, va bene anche in casa. Basta avere qualche accortezza: apparecchiare con gusto, accendere le candele… Sembrano banalità, ma non lo sono! E per il menù non sono necessarie ostriche e champagne: lo sapevate che anche vino e spaghetti sono afrodisiaci?
10 – Raccontatevi le vostre fantasie. Il partner non ci arriva? Diglielo tu. Ti vergogni o vuoi rendere il giochino delle confidenze più intriganti? Scrivetevi. Bigliettini, sms, e-mail…

 

Liberonews                    Michele De Lucia

visita il mio blog

http://ilblogdimikidelucia.myblog.it

        l