RAVELLO, IL CLIMA ELETTORALE A DIECI GIORNI DAL VOTO

0

 

Il  clima elettorale

Ravello, costa d’ Amalfi Negli ultimi giorni,con l’avvicinarsi dell’appuntamento alle urne il clima elettorale si è fatto incandescente. La settimana scorsa anche il ministro della pubblica amministrazione Renato Brunetta  è giunto in Costiera  amalfitana per sostenere la lista del PDL per Cirielli presidente.Durante l’ultimo consiglio comunale a Ravello i consiglieri dell’opposizione hanno messo in dubbio la legittimità e opportunità del consiglio in concomitanza con l’incontro al Pietra di Luna a Maiori del  candidato per  il PDL Salvatore Ulisse di Palma. La città della musica dà comunque il suo contributo con i suoi tre candidati:Gerardo Russo farmacista ,Salvatore Di Martino vice sindaco di Ravello e Salvatore Ulisse di Palma.Nei giorni scorsi sono stati affissi anche i manifesti con le liste e sorprende non poco il numero dei candidati.Certo gli elettori avranno un’ampia possibilità di scelta.C’è da chiedersi se era inevitabile che si proponessero come consigliere alla provinciali così tanti professionisti,impiegati.I cittadini possono solo sperare che siano animati da spirito di servizio alla collettività e da una passione politica ,che li guidi se eletti nelle loro scelte.Sarebbe un grave danno per la Divina se non ci fosse un rappresentante che si facesse portatore delle sue  istanze.La viabilità in Costiera rimane ancora una questione irrisolta.L’allargamento della strada provinciale per  Ravello annunciata all’ultimo consiglio comunale di Ravello da Salvatore Di Martino non può ,quindi che accogliere consensi.Ieri poi è comparso un manifesto a firma di Andrea  Cretella ,responsabile per la sezione di Amalfi-Costiera del Tribunale dei diritti del malato che invita gli elettori a compiere una scelta consapevole scevra da condizionamenti.Constatando il rilevante numero di medici che scelgono di dare il loro contributo in politica suggerisce di affidarsi a un buon professionista nella sanità ,quando si è malati e a un buon amministratore quando si è elettori.Certamente non deve essere semplice conciliare l’impegno politico con qualsiasi professione a maggior ragione quando si professa quella medica così particolare piena di responsabilità e  a cui noi tutti affidiamo le nostre vite.Valeria  Civale