Sorrento. Teppisti in azione nella frazione collinare di Casarlano, cassonetti lanciati nel vuoto

0

GIUSEPPE DAMIANO Sorrento. Steccati divelti e contenitori dei rifiuti rovesciati sui giardinetti e poi lanciati nel vuoto dalla terrazza panoramica. Un raid teppistico in piena regola quello messo a segno l’altra notte, nella piazzetta del borgo collinare di Casarlano, dove balordi hanno deturpato l’arredo urbano, arrecando un danno di un migliaio di euro alle casse comunali. «Di notte siamo terra di nessuno – denuncia don Giovanni Ferraro, parroco della locale comunità – Questo gesto è solo la punta dell’iceberg di un epilogo da tempo annunciato». L’amara sorpresa, ieri mattina, quando alcuni passanti, assistendo all’indecoroso spettacolo offerto dalla piazzetta, hanno avvertito le forze dell’ordine. Al momento, si procederà contro ignoti per danneggiamenti. «Nessuna meraviglia – dice il parroco don Giovanni Ferraro – Di notte la piazzetta è terra di nessuno ed è occupata da gruppi di varia estrazione. Nessuno stupore se, consumando alcol e sostanze stupefacenti, si arrivi ad atti di vandalismo. Di sicuro, non sono gruppi del posto: non posso immaginare che i giovani residenti possano distruggere le poche cose buone che si sono conquistate nel corso degli anni. È mia convinzione che si tratti di comitive che scelgono Casarlano perché periferia non costantemente sorvegliata di notte». E poi l’impegno: «La comunità – conclude don Giovanni – si farà portavoce di segnalare alle forze dell’ordine tutto ciò che può mettere a repentaglio l’incolumità delle persone e i comportamenti incivili. Gli atti vandalici di ieri notte offendono la coscienza civile». 

inserito da A. Cinque