UNIVERSITà: INCONTRI CON IL VIOLONCELLISTA LUCA SIGNORINI PER “UN VIAGGIO OLTRE LE NOTE”

0

Lunedì 11 maggio, prima all’Università di Salerno e poi alla Confraternita dell’Immacolata di Castel San Giorgio, il celebre musicista presenta il suo ultimo libro ed interpreta brani di Bach.


Due occasioni per incontrare un grande violoncellista, Luca Signorini, lunedì 11 maggio, per la rassegna “Un Viaggio Oltre Le Note”. L’autorevole concertista e compositore, primo violoncello dell’orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, ruolo già ricoperto nelle maggiori orchestre italiane, sarà alle ore 10.30 nell’Aula 6 della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Salerno, e alle ore 19 nella Confraternita dell’Immacolata di Castel San Giorgio, per la presentazione del suo libro “Per Violoncello Solo”. L’autore ne parlerà con Jolanda Capriglione della Seconda Università di Napoli. Partendo dall’apprezzato volume edito da Aracne, Signorini eseguirà e commenterà brani delle Suites per violoncello solo di Bach, delle quali ha inciso l’integrale a beneficio di Amnesty International. Gli appuntamenti, in calendario per la rassegna promossa dal Comune di Castel San Giorgio e organizzata dall’Accademia Mousikè, sono realizzati in collaborazione con l’Università di Salerno, così come l’incontro successivo con il compositore greco Nikos Xanthoulis, in programma prima al Teatro di Ateneo (13 maggio, ore 12.30) e poi alla Confraternita dell’Immacolata di Castel San Giorgio (14 maggio, ore 19). Violoncellista di fama internazionale, Luca Signorini con le orchestre dell’Accademia di Santa Cecilia, Scarlatti di Napoli, Maggio Musicale Fiorentino, Teatro San Carlo di Napoli, e nelle più importanti sale concertistiche giapponesi, tra cui la prestigiosa “Casals Hall” di Tokyo, ha eseguito con grande successo brani del repertorio solistico per violoncello, sotto la direzione, tra gli altri, di Carlo Maria Giulini, Daniele Gatti, Jeffrey Tate. Ha inciso per Nuova Era, BNA, RCA, una considerevole parte del repertorio, dal ’700 ai contemporanei. Ha affrontato brani per organici che vanno dal Trio con pianoforte al Sestetto, collaborando con Uto Ughi, Ruggiero Ricci, Bruno Canino, Wolfam Christ, Felix Ayo, Franco Petracchi. È autore degli spettacoli, per i quali ha composto le musiche e assemblato i testi, Bach&Bach, Le donne di Spoon River e Variazioni sul tram. Di prossima pubblicazione è il DVD del suo lavoro teatrale “Rustico e Alibech” – Decamerone in musica.


                                                   inserito da Michele De Lucia