POSITANO L´ODISSEA DI LUCA PORTATO IN CONSIGLIO REGIONALE DA GAGLIANO

0

Il caso sollevato da Positanonews.it di Luca Mazzacano ha  avuto dei riscontri speriamo positivi in generale. Non si tratta solo di Luca ma di chiunque viva in questi paesi dove i diritti sono negati, in casi del genere anche solo pochi giorni senza assistenza portano a degenerare il sistema nervoso, è apprezzabile chiunque intervenga.  Con un’interrogazione all’Assessore alla Sanità Santangelo, il Consigliere Regionale del MPA Salvatore Gagliano ha denunciato i disagi  a cui è costretto un ammalato di Positano in Costa d’ Amalfi   colpito da emorragia cerebrale, che da due mesi è in attesa per la riabilitazione. In merito il Consigliere Gagliano, Presidente della Commissione Statuto, ha dichiarato: “L’utenza salernitana continua a pagare oneri molto alti per l’assistenza sanitaria e la stessa continua ad essere un lusso. E, come al solito, a pagare sono quasi sempre le periferie, che subiscono i danni più gravi dell’inefficienza sanitaria.

Ciò che è capitato al Sig. Luca Mazzacano di Positano in Costiera Amalfitana è da considerarsi un’autentica vergogna. Sono intervenuto con un’interrogazione presso l’Assessore Santangelo, che deve attivarsi nell’immediato e garantire le giuste cure al paziente. Cosa che non deve essere ritenuto gesto di cortesia, quanto un autentico diritto dell’ammalato ed un dovere da parte dell’Asl SA 1. A tal proposito, ho anche contattato telefonicamente il Commissario Straordinario per la Sanità della provincia di Salerno, dott. Fernando De Angelis, il quale mi ha garantito grande attenzione per tali problematiche.”

 

Napoli, 8.5.2009

 

 

********************

 

 

Consiglio Regionale della Campania

Commissione Consiliare per la revisione dello Statuto e del Regolamento

interno del Consiglio Regionale

Il Presidente

 

 

 

Al Presidente del Consiglio Regionale della Campania

 

Interrogazione urgente a risposta scritta all’Assessore alla Sanità Mario Santangelo

 

Premesso che il Sig. Mazzacano di anni 62, residente a Positano, nel luglio scorso veniva colpito da emorragia cerebrale. A seguito del malore, per mancanza temporanea di autoambulanze nella postazione locale di soccorso del 118, veniva trasportato dai parenti, d’urgenza, nel traffico estivo della Costiera Amalfitana, all’ospedale di Sorrento e da qui a Castellammare per l’esigenza di una Tac. Successivamente, otteneva il trasferimento all’ospedale di Nocera inferiore, meglio qualificato per l’assistenza a patologie cerebrali,e, dopo l’ospedalizzazione, indirizzato a Roccapiemonte per la riabilitazione, da dove veniva dimesso con l’obbligo di continuare la terapia riabilitativa a domicilio.

 

Considerato che l’Asl competente ha concesso al paziente in questione la carrozzella per disabili, anche se con i comandi disposti in modo sbagliato dal lato della paresi, oltre alla necessaria autorizzazione alle cure riabilitative a domicilio.

 

Visto che, per mancanza di terapisti, l’ammalato deve sottoporsi a continui e stressanti pellegrinaggi tra Amalfi, Castiglione di Ravello e Maiori, dove è ubicato il Centro di riabilitazione, con conseguente peggioramento dello stato patologico.

 

S’interroga l’Assessore al ramo per sapere:

 

in che modo intende intervenire presso l’Asl interessata, perchè al Sig. Fusco di Positano non venga ulteriormente negata la presenza domiciliare di un terapista, riconosciuta dalla  stessa Asl, anche se ci si potrebbe trovare  di fronte a liste di attesa,  inammissibili per casi gravi o, addirittura, al rifiuto degli addetti a recarsi a Positano per le difficoltà del traffico.

 

 

Napoli, 8.5.2009

Il Consigliere

    Dr. Salvatore Gagliano

Lascia una risposta