COSTIERA AMALFITANA, ATRANI GUERRA TRA COGNATI. FURORE TORNA FERRAIOLI

0

A pochissimi giorni dalla presentazione delle liste elettorali, sono appena cinque i candidati sindaci finora certi nei Comuni della Costiera Amalfitana chiamati a rinnovare i consigli comunali. E non mancano le sorprese come ad esempio ritorni alla competizione di ex primi cittadini (Ferraioli a Furore) e scontri tutti in famiglia. Comunque sia, Atrani, Furore, Minori, Tramonti e Vietri sul Mare sulla costa d’ Amalfi  sono le città in cui si voterà il prossimo giugno. E proprio nel più piccolo dei cinque comuni, si preannuncia lo scontro più singolare. All’uscente Nicola Carrano, si contrapporrà quasi certamente la cognata Liliana Smeraldo che è espressione del comitato civico cittadino. Moglie di uno dei fratelli di Carrano, la Smeraldo potrebbe essere, stando alle voci che circolano in paese, la principale antagonista del cognato. Intanto Carrano ha già provveduto a rendere nota la squadra che lo sosterrà alle amministrative. «Insieme per Atrani» è il nome della lista, ma anche lo slogan e il filo conduttore della compagine che, oltre a due consiglieri uscenti, annovera giovani e professionisti. Oltre al candidato sindaco, l’uscente Nicola Carrano, figurano: Emiddio Proto, Salvatore Di Chiara, Antonio Morelli, Ivanadolfo Amodeo, Maria Cavaliere, Daniele Gambardella, Alfonso Casanova, Lucio Pellegrino, Giuseppina Santoro, Michela Mansi, Francesco Gorga e Gianfranco Palumbo. Contro Carrano, che solo in extremis potrebbe scongiurare uno confronto-scontro tutto in famiglia scenderà quasi sicuramente in campo anche una terza lista capeggiata da Luigi Gambardella, capogruppo di opposizione al comune di Atrani. A Furore si registra invece il ritorno di Raffaele Ferraioli dopo l’interregno Avitabile. Per oltre un ventennio sindaco del “paese che non c’è”, completamente valorizzato grazie ai murales e all’impegno per il settore enogastronomico che ha spinto Furore nei circuiti d’eccellenza, Ferraioli sarà candidato a capo di una lista civica che avrà come avversaria un’altra compagine a quanto pare guidata da Giocondo Cavaliere, ex vice sindaco proprio con Ferraioli fino al 2003 e attuale capogruppo di opposizione. A Minori sono invece due finora i candidati in lizza per la competizione elettorale di giugno: Andrea Reale per «Via Nova» e Giuseppe Fusco per «Minori punto e a capo». Ancora incerta è invece la candidatura a sindaco espressione della maggioranza uscente. Infatti, dopo il dietrofront di Salvatore Aceto, che tra condizioni per un suo impegno aveva posto il rinnovamento delle fila, la compagine che sostiene il sindaco uscente Giuseppe Lembo, non più candidabile e anche per questo impegnato alle prossime provinciali sotto il simbolo dell’Udc, sembra ancora non aver individuato il proprio candidato alla carica di sindaco. Finora, solo voci (si parla di Marcello Cavaliere e di Miranda Silvestri, rispettivamente assessore e vice sindaco) e nessuna certezza circa il nominativo da contrapporre a Reale e Fusco. A Tramonti, infine sarà corsa a due. Contro si ritroveranno due medici chirurghi: Antonio Giordano, attuale vice sindaco, e Enrico Fierro, consigliere di opposizione. Chirurgo vascolare e dirigente medico dell’Università di Napoli “Federico II”, Giordano,che ha già pronta la sua lista, si presenta nel segno della continuità per completare il lavoro di riqualificazione ma anche di valorizzazione del comune montano svolto in questi anni dall’amministrazione guidata da Armando Imperato che sarà in lista al suo fianco nella competizione elettorale. Enrico Fierro, già sindaco di Tramonti dal 1996 al 1999 e attualmente consigliere di opposizione, annuncia di voler battere sul cambiamento dopo dieci anni di amministrazione Imperato. Medico chirurgo all’ospedale di Castiglione di Ravello, Fierro dopo l’accordo raggiunto con il gruppo capeggiato da Mimmo Guida, suo vice sindaco negli anni in cui è stato primo cittadino di Tramonti, proporrà agli elettori una lista quasi completamente rinnovata. Mario Amodio, Il Mattino