SORRENTO TUTTO ESAURITO GRAZIE AL LAST MINUTE

0

Tra prenotazioni che si concretizzano e arrivi last minute, ecco, finalmente, il primo weekend da «tutto esaurito» nelle strutture ricettive della Costiera. Il lungo ponte del primo maggio sfuma, almeno temporaneamente, l’incubo di una stagione turistica in rosso. «Sorrento conferma le sue potenzialità – spiega Paolo Durante, operatore turistico di lungo corso – L’andamento positivo di questi giorni è il risultato di una politica promozionale delle quotazioni che non penalizza la qualità dei servizi. In quest’ottica, per il prosieguo di questa stagione che sarà caratterizzata da alti e bassi, dovremo attuare flessibilità costante nella programmazione, legata alla domanda che è influenzata inevitabilmente dal calendario. È il mercato che si rinnova: c’è l’esigenza di un confronto costante con altre realtà, senza dimenticare che per trent’anni i flussi turistici verso Sorrento si sono incanalati in maniera autonoma». Crocevia del turismo culturale, soggiorni nelle strutture ricettive di qualità medio-alta, la costiera sorrentina conserva, nonostante la crisi economica in atto, una larga fascia di mercato: «Questa è una risorsa – aggiunge Paolo Durante – che produce reddito per l’intero comparto regionale. Anche Capri e la costiera amalfitana, che privilegiano soggiorni di elite nei propri alberghi, assorbono importanti profitti dalle escursioni giornaliere degli ospiti delle strutture ricettive di Sorrento. Diciamolo con chiarezza anche perché non c’è da vergognarsi». Il «tutto esaurito» per il lungo ponte del primo maggio, poi si attende l’arrivo degli inglesi. «Anche su questo fronte ci sono timidi segnali di ripresa – conclude Paolo Durante – frutto della revisione dei prezzi concordati con i tour operator del Regno Unito, ma è difficile ipotizzare cali in percentuale nell’arco dell’intera stagione». Antonino Siniscalchi