SORRENTO CAMPIONE, VINCE LA COPPA ITALIA DI SERIE C ED ENTRA NELLA STORIA. VIDEO

0

 Il Sorrento ha conquistato la Coppa Italia di Lega Pro battendo 1-0 la Cremonese nella finale di ritorno. All’andata a Cremona il 25 marzo scorso era finita 0-0. È il primo successo in questa competizione per la compagine campana con la vittoria del 23 aprile entra nella storia di categoria e merita l’apertura di Positanonews che è la prima testata della Penisola Sorrentina oltre che della Costiera Amalfitana

GIAMPAOLO DECIDE IL MATCH – Con un gol siglato da Federico Giampaolo, fratello dell’allenatore del Siena, il Sorrento ha vinto la Coppa Italia di Lega Pro battendo la Cremonese col minimo scarto. All’andata in Lombardia era finita 0-0. E’ stata una bella partita che l’arbitro alessandrino Galliano ha controllato con energia, distribuendo sei ammonizioni, quattro al Sorrento e due alla Cremonese. Ma pur accesa e combattuta, la partita non ha superato mai il limite accettabile della correttezza.

NON BASTA RIGANO’ ALLA CREMONESE – La Cremonese ha cercato di mettere subito le cose a posto con una bella punizione di Saverino, mentre al 26’ sempre del primo tempo i campani hanno sfiorato il gol con Ripa. Nel secondo il risultato a favore del Sorrento è stato in pratica firmato dal portiere Spadavecchia su gran tiro di Gori. L’ingresso nel finale di Riganò tra i lombardi non ha sparigliato le carte, i compagni non hanno saputo servirlo adeguatamente per i suoi temuti colpi di testa.

SORRENTO-CREMONESE 1-0
SORRENTO (5-3-2):
Spadavecchia; Panarelli, Angeli, Nicodemo, De Martis, Lo Monaco: Vanin (dal 70’ Minadeo), Maiorano, Ripa; Giampaolo (dall’80’ Biancone), Greco (dal 61’Arcidiacono). Allenatore: Simonelli.
CREMONESE (4-3-3): Paoloni; Vitofrancesco, Cremonesi, Fietta, Bianchi; Argilli, Gori, Saverino; Coda (dal 67’ Riganò), Tacchinardi (dal 60’ Colucci), Guidetti (dal 76’ Temelin) Allenatore: Venturato.
ARBITRO: Galliano di Alessandria.
MARCATORE: 38’ pt Giampaolo.
NOTE – Spettatori paganti 1.518 per un incasso di 18.280,00 euro. Calci d’angolo 3-3. Ammoniti nel primo tempo al 24’ Lo Monaco (S), nel secondo al 2’ Greco (S), al 14’ Ripa (S), al 20’ Nicodemo (S), al 34’ Colucci (C) al 45’ Saverino. Premiazione effettuata dall’intero staff di Lega, Macalli, Pitrolo, Lombardo, Conigliaro, Donati). Presente anche il designatore Dal Forno che ha ricevuto per telefono (l’arbitro era italiano), un risultato della Mirop Cup: Slovenia-Ungheria 1-0,l’Italia affronterà gli sloveni in giugno.

L’ALBO D’ORO – Questo l’albo d’oro della Coppa Italia di serie C, da quest’anno Coppa Italia di Lega Pro:
1973 Alessandria; 1974 Monza; 1975 Monza; 1976 Lecce; 1977 Lecco; 1978 Udinese; 1979 Siracusa;
1980 Padova; 1981 Arezzo; 1982 L.R. Vicenza; 1983 Carrarese; 1984 Fanfulla; 1985 Casarano; 1986 Virescit Bergamo; 1987 Livorno; 1988 Monza; 1989 Cagliari;
1990 Lucchese; 1991 Monza; 1992 Sambenedettese; 1993 Palermo; 1994 Triestina; 1995 Varese; 1996 Empoli; 1997 Como; 1998 Alzano Virescit; 1999 Spal;
2000 Pisa; 2001 Prato; 2002 Albinoleffe; 2003 Brindisi; 2004 Cesena; 2005 Spezia; 2006 Gallipoli; 2007 Foggia; 2008 Bassano Virtus; 2009 Sorrento.