Un asterisco per Danilo Di Nenno.

0

Un asterisco per Danilo Di Nenno.


 


L’attuale pittura di Danilo Di Nenno si presenta con il tema dell’amore, che è o dovrebbe essere motivo di serenità per tutti; per l’artista questa ragione di vita è molto importante.


Emergono dalle sue redazioni inclinazioni e ripetuti scivolamenti sull’amore.


Avvertiamo e cogliamo nelle sue realizzazioni un’aria pura, un’atmosfera salutare ed una serenità limpida, quasi immota, e comprendiamo ed afferriamo che la sua pittura si conferma per rapide scritture e s’innesta in una partitura visiva in parte ludica ed in parte, volutamente, ironica.


Il senso più acceso della realtà è dato dall’amore e questo pervicace senso domina gli scenari ed i panorami costruiti con speditezza operativa in un canovaccio di replay da Danilo Di Nenno.


Paesaggi dai richiami fabulistici, impertinenti visioni d’insieme, scenografie pulite,  gioiose macchie rosse in scenari verdi guadagnano lo spazio della tela, che la mano del giovane operatore ha già ben distribuito in sezioni di panorami ideali e/o reali, ma anche, fortemente, immaginati.


Emergono, quindi, da dolci tessiture, visioni sospese tra sogni ed emozioni e cromatismi mediterranei, segnati da minime figurazioni, intervallate da luci ed ombre, intendono far vibrare languide memorie, surrealtà ecologiche, quanto inebrianti ed avviluppanti energetici cuori in trasferta, ridefiniti da portentose sagome viaggianti.


L’artista dettaglia e determina circostanziate sequenze di elementi figurativi, fantastici e vitali, ma anche chimerici ed utopistici, sotto l’impulso di una limpidissima e fresca vena inventiva, tutta importata da un benessere mentale e da una voglia di vita sconfinata.


Danilo Di Nenno, in fondo, produce illustrate composizioni di tono garbato, delicato, lieve, tenue e sottile quanto volutamente raffinate per intento e resa e la sua immaginazione fertilissima, combinata con luminose e serene ambientazioni, rende singolarissimi risultati, che ci fanno pensare ad una realtà possibile, fatta di candori armonici e di nitide sincerità.


Le sue elaborazioni grafico-pittoriche risucchiano, non solo, cadenze visive di un iter mentale, che ripercorre note passate, ma anche utili riferimenti di dati attuali, girati ad accettare argute, pulsanti ed affettuose sorgenti ironiche.


L’artista tende, inoltre, ad elaborare misure ed impronte, che possono esprimere rifrazioni e riflessi regolati dal cuore e dall’hinterland dell’anima e nei lavori, su tela o su carta, che ripropongono ambienti tranquilli si leggono ritmi e dinamicità, mentre in altre, palesemente, si dichiara il richiamo alla natura.


Il pensiero pittorico di Danilo Di Ninno, oscillante tra pittura amorosa e pittura di grazia, cadenza e sostanzia atmosfere di azzurri trapassanti, di verdi sottili, di celesti ed altre cromie impalpabili c’indicano leggerezze di tratto.


Ed, entrando con l’occhio nella rete compositiva, si coglie un preciso dettato di plurime combinazioni vive e pulsanti, centrato da dosaggi variegati, per cercare di confermare sostanza alle attese e coglie certezze acute che portano a respiri d’amore.


Il suo intendimento indugia sulle impressioni d’amore e supera i sussulti quotidiani, mai pacifici, che controbilancia con annotazioni ed appunti di una pittura allegra e nobile, che prende spunto da ventagli intimisti e si carica e si rinvigorisce per ricalcare versi di tenerezza.


 


Maurizio Vitiello


 


Nota Bene:


Didascala foto a sinistra, in alto:


“Sotto la pioggia corrono le emozioni del cuore”, cm. 70×70, olio su tela