POSITANO L´ENEL REPLICA. DAI CAVI ALLE MATERNE AL BLACK OUT

0

Positano, Costiera Amalfitana. Ha fatto effetto l’articolo di Positanonews sull’Enel che ha risposto (ma non ancora risolto) sullo scandalo dei fili volanti anche sulle scuole materne dove ci sono i nostri bambini. Dal Comune di Positano, in costa d’ Amalfi, che pure dovrebbe vigilare dal punto di vista urbanistico e paesaggistico, ancora nessun commento, ma non crediamo che sia accettabile come biglietto da visita (oltre che pericoloso, parliamo di energia elettrica) far vedere tutti questi fili penzolanti. Ci hanno segnalato che si sono anche altri casi, Punta Reggina, per esempio, di fili Enel penzolanti, abbiamo parlato della Chiesa Nuova perchè li il caso è eclatante, è il centro burocratico del paese (uffici, carabinieri, comune, posta) e ci sono i fili sulle materne e sulla testa dei bambini che, secondo noi, vanno immediatamente tutelati, inoltre le attività commerciali subiscono danni per l’approssimarsi della Pasqua. L’ Enel dice “I cavi volanti sulle scuole materne sono dovuti a lavori di ristrutturazione…” poi “Il giorno venerdì 20 marzo non vi è stata alcuna interruzione del servizio elettrico..”  poi che “a causa dell’interruzione della strada statale della Costiera amalfitana gli interventi per Positano e Praiano non partiranno da Amalfi ma da Nocera…”. Vorrebbe essere una smentita ma non sembra esserlo, di fatti hanno confermato che i fili sono penzolanti (ci sono le foto), sull’interruzione del servizio elettrico che ci sia stato o meno ci è stato riferito dai commercianti della Chiesa Nuova, verificassero con loro se si sia trattata di una interruzione o di poche ore, alla fine apprezziamo che l’Enl intervenga da Nocera perchè da Amalfi i tempi sarebbero biblici e apprezziamo sopratutto che vi sia stata una risposta. E’ un atto di interessamento che denota che l’Azienda vuole in qualche modo intervenire per riqualificare la Chiesa Nuova e che la stampa ha fatto il suo dovere che è quello di sollecitare le istituzioni.