Crisi: un piano per rifondare il sistema produttivo della provincia di Napoli

0

Un piano per rifondare il sistema produttivo della Provincia di Napoli. L’ente di piazza Matteotti può avere un ruolo strategico per affrontare la crisi economica che sta duramente colpendo il territorio, come dimostrano Pomigliano D’Arco, Castellammare di Stabia e tante altre realtà come quella vesuviana, flegrea e nolana”. Salvatore Vozza, candidato di ‘Sinistra e Libertà’ alle primarie del centrosinistra per la Presidenza della Provincia di Napoli, pone il tema del lavoro e dello sviluppo economico al centro del suo programma.

“Il centrosinistra – sottolinea Vozza- chiede il voto per individuare una via d’uscita concreta alla crisi economica che la destra non è in grado di formulare. Da sindaco so bene cosa significa concretamente per centinaia di famiglie la chiusura di una fabbrica oppure la perdita di posti di lavoro in settori chiave per l’area metropolitana, come il turismo, dove si stanno registrando pesanti segni di contrazione”.


“Occorre un confronto con imprese e parti sociali- continua Vozza- per costruire insieme una ‘vertenza Napoli’ da porre all’attenzione del Governo nazionale. Ho l’impressione che chi si lascia guidare dalle sirene berlusconiane non abbia ben compreso la gravità della situazione a livello locale e internazionale. Non si può sprecare neanche un giorno perchè la vita di centinaia di famiglie è duramente messa alla prova. Non bastano le pur insufficienti misure degli ammortizzatori sociali, che vanno integrate, ma servono investimenti seri e strutturali sull’innovazione, le politiche industriali e la formazione. In questo senso potrà dare un grande contributo la delega alla nuova Provincia da parte della Regione Campania”. “La nuova Provincia- conclude Vozza- deve significare, dunque, un nuovo protagonismo dei territori contro la crisi, anche attraverso la razionalizzazione delle aree di sviluppo industriale in modo da fornire strumenti adeguati ai settori agroalimentare, aereospaziale, tessile, automobilistico, metalmeccanico,delle telecomunicazioni, delle nuove tecnologie, cantieristico e nautico che rappresentano l’ossatura del nostro sistema produttivo”.


                         inserito da Michele De Lucia