BENVENUTI IN COSTIERA AMALFITANA, VIDEO DEI LAVORI A PRAIANO

0

Cominciamo con il dire ai nostri lettori che non si passa. Ebbene si, in effetti è dal lontano 12 febbraio 2009 che la strada è completamente interdetta, ma la mancanza di lavori e di presidi faceva si che tutto e tutti passavano. Benvenuti in Costiera Amalfitana, verrebbe da dire, con un foto e video reportage di Positanonews sui lavori che stanno dividendo Positano e Praiano da Amalfi, che trovate in fondo al pezzo. Disagi per studenti, pendolari e turisti, con tanta improvvisazione. Con danni alla vita civile, sociale, scolastica, ma anche al turismo ed all’economia. Una barriera per impedire il passaggio è stata creata mettendo di traverso un furgone (nella foto) da oggi, sabato 7 marzo, alle 9 di mattina, lasciando molti che erano passati in mattinata a piedi dall’altra parte. Non si riesce a sapere niente, nessuno informa e
non c´è un minimo di accoglienza degno di un paese civile.   Dunque oggi non si passa perchè gli operai lavorano. Ma domenica non lavoreranno. I lavori di oggi  riguardano il taglio degli alberi in un punto distante dal masso pericolante che sta più a destra venendo da Praiano verso Amalfi (guarda video). La strada dunque, a quanto abbiamo visto (ma comunicazioni ufficiali non ve ne sono) sarà chiusa dal lunedì al sabato dalle 8 a dopo le 17.  Non si
passerà del tutto, ne con i mezzi pubblici, ne con quelli privati e
neanche a piedi, per almeno due settimane
. Questo per
consentire le operazioni della ditta valutate, ottimisticamente, in due
settimane di lavoro. Alcuni dicono che ci potrebbero voler anche sole 48 ore per risolvere il problema, ma la ditta Disgaggio, la stessa che sta facendo i lavori a Furore,  si è presa un mese di tempo. Significa che per tutto il mese di marzo la Costiera Amalfitana continuerà a vivere questo disagio.   Il masso sarà sgretolato da additivi che saranno
inseriti dopo averlo perforato con operai specializzati. I genitori
sono sul piede di guerra e chiedono informazioni più precise, continuano a fare incontri con i sindaci chiedendo garanzie, interventi, vie del mare, ma sta cominciando a prevalere la rassegnazione. “E´
assurdo che non sappiamo niente e che siamo costretti a far decine di
telefonate con i nostri figli in ansia – aveva detto Nino La Camera -,
vogliamo un incontro con i sindaci di Positano e Praiano che ci
rappresentino presso le istituzioni e sapere come fare a mandare i
nostri figli a scuola.”   Ma oggi l’unica cosa ufficiale è quanto  riferito dal Comune di Praiano  lo scorso 2 marzo, da allora ne Positano ne Praiano, comuni interessati dal disagio, hanno ancora fatto alcuna comunicazione.  ” In
data odierna, alle ore 12 presso il Comune di Praiano in presenza del
Sindaco Gennaro Amendola e dei funzionari dell´Ufficio Tecnico
Comunale, il Genio Civile di Salerno ha consegnato il cantiere per la
rimozione del grosso masso pericolante in località Marina di Praia. La
ditta assegnataria dei lavori di rimozione e bonifica del costone è la
Gran Sasso Disgaggio che ha accettato l´incarico. I lavori avranno
inizio domani 3 Marzo 2009 alle ore 8.30 e avranno una durata di trenta
giorni, così come stabilito nel processo verbale di consegna dei lavori
del Settore Provinciale del Genio Civile di Salerno . Il progetto
redatto dal Comune di Praiano prevede l´esecuzione dei lavori come
segue: in una prima fase, la più pericolosa, si procederà alla messa in
sicurezza e all´imbracatura del pinnacolo, successivamente verrà
effettuata la pulizia e il disgaggio degli altri massi pericolanti su
tutto il costone roccioso e la posa in opera delle reti di protezione.
Per consentire il regolare svolgimento dei lavori e soprattutto per la
grave situazione di pericolo la SS 163 resterà chiusa al transito
veicolare e pedonale. Il Comune di Praiano si impegnerà, sin
dall´inizio dei lavori, a monitorare l´ esecuzione e i tempi delle
operazioni di rimozione e bonifica, cercando di ridurre disagi ai
cittadini, agli studenti, agli insegnanti, e a tutti. Il Sindaco di
Praiano ringrazia tutti coloro che si sono adoperati per la risoluzione
del problema e si scusa anticipatamente per i disagi che dovranno
purtroppo sopportare i cittadini della Costa d´Amalfi. Il Sindaco, si
augura che, nel più breve tempo possibile la ditta esecutrice dei
lavori provveda alla messa in sicurezza del costone roccioso Praiano,
lì 2 Marzo 2009 IL SINDACO Gennaro Amendola”
  . Una
situazione che perdura dal 12 febbraio per un problema che avrebbero
risolto già da tempo. Qualcuno prospetta una possibile soluzione nell’affidere i lavori all’Esercito e al Genio Civile, già perchè non farlo? Con i privati ci troviamo nelle stesse situazioni da ormai trenta anni. Dalla Sita replicano alle proteste di studenti che non vengano aspettati mentre, dopo aver lasciato gli autobus al cimitero di Praiano si fanno quasi tre chilometri per arrivare alla Praia con il rischio di perdere l’autobus. “Noi non  facciamo servizio navetta, dal momento che non si passa fanno solo la linea Praiano Amalfi o Sorrento Praiano, aspettiamo per venire incontro agli studenti ma senza obbligo.”  Siamo senza parole, ma allora che pagano a fare l’abbonamento i ragazzi e, poi, la concessione di passare sulla stradina non siginifica che vi è un collegamento pedonale fra i due tratti che giustifica la navetta? Un altro a Praiano ci fa notare che ci sono gli spazi per far girare la Sita se il Comune lo chiedesse o imponesse ai privati. Non crediamo che il Comune possa imporre la cosa, ne sappiamo se si possa fare, ma è chiaro che c’è molta confusione sotto al cielo di Praiano (ma lo stesso succede a Positano e Amalfi, se è per questo, in questi casi). Molti ci chiedono cosa
succederà concretamente per la viabilità. E quando finiranno i lavori. Allora  per chi vuole andare e venire con l’auto senza problemi (relativamente, sic) c´è l´alternativa di Agerola o c´è la possibilità di farsela a piedi scendendo dall´Africana per la
Praia, una strada che, come ha scritto, e documentato, Valeria De Rosa di Azzurro Donna, presenta pericoli e divieti, ed infatti è interdetta in caso di mareggiata, poi   c’è la possibilità che, causa pioggia nei feriali o per mancanza di presidi nei festivi,  si passi lo stesso. Purtroppo  non vi è alcuna
certezza. Salvo quella giornalistica, che documentiamo con foto e video, e di questo passo il tutto ci fa presumere che in ogni caso i lavori non finiranno prima di aprile. La redazione, memore di trentennale esperienza, già da metà febbraio aveva fatto appello alle amministrazioni di organizzarsi. Avevamo scomesso che i lavori finivano giusto prima della settimana antecedente alla Pasqua. Sembrava allora un nostro azzardo, ma invece esso si dimostra sempre di più vicino al vero.
Michele Cinque
Aggiornamenti
Lunedì 9 marzo la mattina la situazione si ripete, al momento (prima delle 8) si passa. Nella sezione Costiera Amalfitana gli interventi di studenti e pendolari indignati. Oggi i sindaci di Positano e Praiano faranno sapere ai genitori se riescono a trovare soluzioni alternative, come le vie del mare. Martedi i genitori si vedono due volte a Fornillo, nei pressi della Scuola Media, al ristorante Saraceno D’Oro Hotel Villa Delle Palme che ringraziamo per la disponibilità. In questo stesso articolo faremo sapere in tempo reale come stanno le cose veramente. Invitiamo tutti alla calma e alla fiducia nelle istituzioni.