RAVELLO, TORNA LA VIA CRUCIS IN COSTUME. IL VIDEO

0

In mattinata l’annuncio: la Via Crucis in costume a Ravello in Costiera Amalfitana  sarà rappresentata il 5 aprile prossimo. Attraverso una missiva giunta a mezzo fax presso l’Ufficio del Protocollo di Palazzo Tolla, l’Amministrazione Provinciale di Salerno ha garantito un congruo contributo economico che si va ad aggiungere all’impegno di patrocinio del solo Comune di Ravello. Soddisfatto Alfonso Mansi, storico regista del gruppo teatrale “La Ribalta”, già alle prese con i preparativi ad un mese esatto dalla rappresentazione scenica della Passione di Cristo. Oltre 300 gli attori ed i figuranti coinvolti (quasi tutto il Paese) che, nei prossimi trenta giorni, in perfetta sinergia, vestiranno i panni dei tecnici, delle sarte, dei fabbri, dei falegnami, degli scenografi, impegnando tempo, passione e competenza negli allestimenti scenici per le vie del centro storico. Nonostante l’attuale periodo non proprio felice per i bilanci delle pubbliche amministrazioni, grazie agli sforzi ed alle sollecitazioni del sindaco Paolo Imperato, d’intesa con l’assessore al turismo Gino Schiavo, la Via Crucis in costume può considerarsi “salva” anche perché, a detta dei vertici del sodalizio teatrale ravellese, l’evento, se non si fosse svolto neppure quest’anno, avrebbe seriamente rischiato l’estinzione. Dopo l’ultima rappresentazione inscenata nel 2007, rivivremo, ancora una volta, il racconto centrale della rivelazione cristiana, da Gesù che ammaestra la folla al bacio di Giuda, all’arresto, al processo davanti al Sinedrio. E poi le menzogne di Pietro, la fragilità di Pilato, l’incontro con la Madre sulla salita per il Calvario, le cadute, il pentimento di Giuda, il gesto di solidarietà della Veronica, le Pie donne ed, infine, la Crocifissione fra i due ladroni. Un silenzio mistico avvolgerà tutta la Città della musica: saranno accuratamente occultate insegne e cartelli stradali e smorzati i lampioni pubblici e le luci domestiche. Ravello compirà un balzo a ritroso di circa 2000 anni, con il cammino illuminato dal solo bagliore delle fiaccole sistemate sugli angoli delle vie, sui muri che grondano storia. La Via Crucis in costume è l’evento più atteso della Pasqua in Costa d’Amalfi, capace di attirare, puntualmente, un numero cospicuo di visitatori e curiosi provenienti da ogni dove. Un evento di spessore, tutto made in Ravello, che richiede un notevole impiego di energie e di risorse economiche, ed al quale non viene ancora riconosciuta la dovuta attenzione da parte di quegli organismi investiti e/o riconosciuti per la promozione turistica di Ravello. Emiliano Amato www.vescovadoravello.net