Piano di Sorrento (NA). Iaquinta e Serra su Matilde Capuis e Tamara Mormone.

0

PER LA FESTA DELLA DONNA RISCOPERTE DUE COMPOSITRICI NAPOLETANE VIVENTI E CENTENARIE


 


L’ 8 Marzo 2009, ore 19,00, nell’Auditorium della Scuola Media Michele Massa Piano di Sorrento  il soprano Ilaria Iaquinta e il pianista Giacomo Serra eseguiranno musiche di due compositrici italiane viventi napoletane, entrambe quasi centenarie: Matilde Capuis e Tamara Mormone.


La riscoperta  è opera di un appassionato cultore di musica classica Beniamino Cuomo che ospita nella sua associazione musicale di Sorrento artisti di calibro internazionale.


Il concerto comprenderà anche Lieder di Clara e di Robert Schumann, oltre a brani per pianoforte solo delle stesse compositrici.


Assolutamente da non perdere questo grandissimo concerto, di alto livello, dati gli interpreti, e di riscoperta.


Bravissimo Beniamino Cuomo a riprendere fonti musicali ed eccellenti Ilaria Iaquinta e Giacomo Serra a riproporre singolari temi d’indubbio interesse di Matilde Capuis e Tamara Mormone.


Ripetiamo, occasione rarissima da non lasciarsi scappare.


 


Maurizio Vitiello


 


Nota Bene:


 


Alcune brevi note biografiche sulle compositrici e le note del programma dettagliato del concerto, segnalateci dai due interpreti:


 


Matilde Capuis (Napoli, 1° gennaio 1913)


Nata a Napoli nel 1913 intraprende gli studi musicali al Conservatorio di Venezia e li conclude al Conservatorio Cherubini di Firenze.


Proprio negli anni ’40, durante i bombardamenti, la musicista si rifugia a Fiesole, dove, per distrarre i bambini dall’orrore della guerra, compone i “Canti per bimbi” tra cui ricordiamo la delicatissima “Ninna nanna a Livia”.


Concertista attiva, si dedica prevalentemente alla composizione.


La sua produzione musicale comprende musica da camera, sinfonica e sacra.


Fino al 1983 è stata titolare di cattedra di composizione al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino.


 


Tamara Mormone (Odessa, 1911)


Figlia d’arte ( padre napoletano, scultore presso la corte dello zar), si trasferisce all’età di 9 anni a Napoli. Qui inizia gli studi musicali al Conservatorio S.Pietro a Majella dove si diploma in composizione.


Inizia giovanissima la carriera concertistica che, purtroppo, viene frenata dallo scoppio della Seconda guerra mondiale. In seguito la compositrice diventa titolare della cattedra di armonia presso il conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli e si dedica alla composizione.


Artista estremamente versatile ama dipingere nella sua casa di Napoli dove tuttora vive.


 


Clara Josephine Wieck Schumann (Lipsia 1819 – Francoforte sul Meno 1896)


Suo padre Friedrich Wieck, pianista e didatta, subito intuisce le notevoli doti musicali della figlia. Le insegna a suonare il pianoforte fino a farla diventare, grazie ad una severa disciplina,una eccellente concertista. Sposa Robert Schumann, anche lui allievo del padre, di cui diventa la musa ispiratrice. Considerata una delle più importanti pianiste dell’età romantica, scrive anche molta musica per pianoforte, Lieder e fino agli ultimi anni di vita insegna al Conservatorio di Francoforte sul Meno.


 


 


PROGRAMMA


 


Clara Schumann


Lieder per voce e pianoforte


Am Strande (R.Burns trad.W.Gerhard)


Volkslied


Walzer (J.P. Lyser)


 


Tamara Mormone


Liriche


Un grido (Rilke, trad. Errante)


O solitaria amica (G.Burgada)


 


Clara Schumann


Notturno


 


Tamara Mormone


Brunetta (M.Gorra)


Olivi di Capri (T.Mormone)


 


Robert Schumann


da Waldszenen


Entrata nella foresta


Einsame Blumen-Fiori solitari


Der Vőgel als Prophte-L’uccello profeta


 


Da Liederkreis


Mondnacht


Frühlingsnacht


 


Matilde Capuis


Il ruscello


Lasciatevi guardare


Ninna nanna


L’allegro viandante