Il primario suicida era indagato

0

NAPOLI Era indagato nell’ambito di una inchiesta della Procura di Napoli Salvatore Franzese, il primario di chirurgia oncologica del Cardarelli che si è suicidato l’altroieri nel suo studio all’interno dell’ospedale.
In base a quanto si è appreso Franzese era coinvolto in un’inchiesta condotta dal pm Francesco Curcio, della sezione reati contro la pubblica amministrazione, che aveva portato una decina di giorni fa a una perquisizione all’interno dei locali della casa di cura Villa del Sole.


Le presunte irregolarità ipotizzate dagli inquirenti riguarderebbero i rapporti del professionista con la casa di cura privata e l’attività di intramoenia. Secondo indiscrezioni nella lettera scritta ai familiari prima di togliersi la vita, il medico avrebbe proclamato la propria innocenza.


                                         Inserito da Michele De Lucia