RAVELLO, COSTIERA AMALFITANA. SECONDO AMALFITANO SI DIMETTE

0

Le dimissioni del Direttore di Palazzo Rufolo. Non è il titolo dell’ennesima produzione letteraria di Salvatore Ulisse di Palma e neanche uno scherzo di Carnevale, ma l’ultima mossa (in ordine tempo) dell’eterna partita a scacchi tra Fondazione e Comune di Ravello. Stando ad alcune indiscrezioni trapelate in questi giorni dagli ambienti cari a Richard Wagner, riportate da Emiliano Amato su Il Vescovado pare che Secondo Amalfitano abbia inoltrato la missiva con la quale chiede di rimettere nelle mani del Presidente della Fondazione Ravello il prestigioso incarico affidatogli il 16 luglio del 2007. Una mossa clamorosa, che arriva alla vigilia della presentazione ufficiale del programma dell’edizione 2009 del Ravello Festival alla Bit di Milano. Ma soprattutto a pochi mesi dalla conclusione dei lavori dell’Auditorium Oscar Niemeyer nella speranza che il Comune di Ravello potesse affidare alla Fondazione Ravello. Pare che il Consigliere per le Autonomie Locali del Ministro Brunetta sia stato indotto a rassegnare le dimissioni per solo amore di Ravello, infastidito di essere ritenuto il pomo della discordia. Ora, in buona sostanza, il punto è se il Comune di Ravello, tolta la contestata direzione ad Amalfitano, voglia addivenire ad accordi per far gestire l’auditorium alla Fondazione. Una situazione abbastanza delicata, in gioco non vi sono solo equlibri politici ma anche il futuro della Costa d ‘ Amalfi e non solo di Ravello. L’ex sindaco ha confermato di aver dato le proprie dimissioni, maturate nelle scorse settimane,  nelle mani del professor Domenico De Masi presidente della Fondazione Ravello.