SALERNO OPERAZIONE ANTI DROGA, HASHISH DESTINATO ALLA SCUOLA

0

duro colpo al mercato salernitano della droga: così i carabinieri del Comando Provinciale hanno definito un’importante operazione antidroga portata a termine la sera dell’11 febbraio e resa nota questa mattina nel corso di una conferenza stampa. A finire nella rete investigativa dei militari un 38enne incensurato, nato a San Marzano sul Sarno e residente ad Eboli, gestore di un negozio di elettrodomestici in provincia di Napoli. Antonio De Riso, questo il suo nome, era forse uno dei principali fornitori di hashish destinato allo smercio nei pressi delle scuole di Salerno e provincia. Da 20 giorni ormai i carabinieri, da mesi impegnati nell’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti fra i giovani, erano sulle tracce di De Riso. Gli elementi acquisiti nel corso di queste settimane hanno consentito di agire, pressoché a colpo sicuro, mercoledì sera, intorno alle 23.30. L’operazione è scattata nei pressi dello Stadio Arechi ed è terminata qualche chilometro più avanti, sulla strada litoranea di Pontecagnano. L’uomo era a bordo di un fuoristrada Hammer di colore nero (peraltro il mezzo è stato uno dei dettagli che hanno portato all’identificazione del malvivente). Vistosi scoperto, è sceso dall’automezzo, ha gettato un borsone in una fogna e poi ha tentato di scappare a piedi. Ma la sua fuga è durata ben poco: un’aliquota dei carabinieri lo ha subito bloccato e arrestato; un’altra ha provveduto a recuperare la borsa, all’interno della quale l’uomo nascondeva ben 17,5 kg di hashish, suddivisi in 70 panetti. La sostanza stupefacente proveniva dal Marocco e, come detto, era destinata in particolare al mercato delle scuole. De Riso, sposato e con tre figli, seppur incensurato, era uno dei principali esponenti del traffico rivolto agli istituti. E’ probabile che si trattasse di una sorta di “distributore”; non si può escludere, peraltro, che fosse referente di pusher del napoletano.

Lascia una risposta