SORRENTO FERMATO DA PERNA – Generosa prova dei rossoneri

0

SORRENTO FERMATO DA PERNA Generosa prova dei rossoneri TERNANA – SORRENTO 2 – 1 Marcatori: 42’pt e 22’st Perna (T); 38’st Fialdini (S) TERNANA(4-4-2): Visi; Del Grosso, Tedeschi, Borghetti, Cardona; Concas, Papini, Di Deo, Piccioni (49’st Perney); Perna (37’st Burrai), Noviello (41’st Tozzi Borsoi). A disp: Cunzi, Bizzarri, Ricca, Scappini. All: Baldassarri Gabriele. SORRENTO(3-5-2): Spadavecchia; De Martis, Lo Monaco, Panarelli; Vanin, Nicodemo, La Vista (20’st Maiorano), Agnelli (25’st Arcidiacono), Fialdini, Giampaolo (14’st Ripa), Biancone. A disp: Casadei, Minadeo, Iorio, Greco. All: Simonelli Gianni. ARBITRO: Trentalange Vincenzo di Nichelino (TO) (Forcignanò – Battista) AMMONITI: Nicodemo (S), Cialdini (S), Piccioni (T), Di Deo (T), Vanin (S), Tedeschi (T) NOTE: giornata nuvolosa, terreno allentato, spettatori 2500 circa di cui 70 sorrentini. ANGOLI: 8-1 RECUPERO: 1’pt e 4’st Una doppietta frena un discreto Sorrento. Che nonostante il black out occorsogli, lotta fino al novantesimo per risollevare una gara equilibrata messasi male dopo la prima rete di Perna. E rimetterla sui binari giusti per racimolare un risultato utile contro una squadra che non perde sul suo terreno da molto tempo. Per i rossoverdi questa partita doveva essere la continuazione di quella strada che hanno intrapreso. Nonostante i vari problemi che li attanagliano. Ed hanno avuto nel giovane centravanti napoletano Perna il loro asso nella manica. Ha dato non poco fastidio alla difesa costiera che in qualche fase ha avuto qualche di difficoltà a tenerlo a bada. In special modo a cavallo tra la fine della prima parte e l’inizio della seconda. Quando ha deciso la gara con la sua doppietta. Al 42’pt con una palla che trafiggeva Spadavecchia dopo aver superato Panarelli. Poi al 22’st con un leggero e deciso tocco di tacco sottomisura su un tiro di Noviello. Dopo la rete di Fialdini al 38’st che ha cercato di dare la giusta scossa ai sorrentini nel finale per la non riuscita rimonta. Una gara che fino al suo primo gol era stata alquanto equilibrata con qualche insidiosa azione. Due da parte dei rossoneri. Una, quasi subito dopo il fischio iniziale, con Biancone che dopo aver superato Tedeschi viene fermato senza mezzi termini da Visi. L’altra con La Vista al 10’ la cui palla dapprima veniva ribattuta da Borghetti quasi sulla linea e poi lo stesso sorrentino la mandava al lato da buona posizione. Il tutto dopo una bella incursione di Vanin che gli serviva un filtrante pallone. Poi due da parte ternana con gli intraprendenti Noviello e Concas. Quella dell’attaccante torrese all’11’ con la sfera che va verso l’incrocio, ma Spadavecchia fa buona guardia e sventa in angolo. La seconda del centrocampista genovese che fila fuori sotto lo sguardo vigile dell’estremo rossonero. Prima dell’intervallo il primo gol di Perna e la sforbiciata di Biancone (44’) che veniva toccata in area con la mano da un difensore. Da qui le inutili proteste dei costieri. Ad inizio della ripresa cercano la via del pari con Biancone che si vede ribattuto il tiro da Borghetti. Ma a menare le danze sono gli umbri che vogliono chiudere la gara. E ci provano con Di Deo il cui destro sfiora il palo e con Papini che impegna severamente Spadavecchia. E siamo al 16’. Passano ben sei minuti e Perna raddoppia regalando il gol dei pesanti tre punti. I sorrentini si danno una scossa ed arrivano quasi a riaprire la partita con il gol di Fialdini. L’ultimo sussulto è di Ripa che segna ma il gol viene annullato per fuorigioco. Finisce con qualche amaro rammarico. Ed in sala stampa laconicamente mister Simonelli commenta dicendo che “non parlo mai dell’operato degli arbitri”. E sugli episodi del fallo di mano e del gol non assegnato sono cose che “succedono spesso nel calcio, a volte ti vanno bene, a volte ti vanno contro”. Ed elogia i suoi perché “sono contento della loro prestazione. Hanno giocato bene nel primo tempo” e “poi nel secondo dopo il raddoppio di Perna hanno avuto una bella reazione”. Quella che dovranno avere domenica prossima sul non facile campo della Pistoiese. Fanalino di coda che in casa colpi né può dare ancora per risalire la china.


GIUSEPPE SPASIANO