Taurasi (AV). Un sosta di salute al Wine-Bar.

0

Al Wine-Bar di Taurasi per un sorso di salute.


 


Taurasi è un forte centro di produzione vinicola ed è stata un’antica roccaforte, risalente all’epoca imperiale romana.


Taurasi è ubicata su uno sperone, a circa quattrocento metri di altitudine, ed il suo centro storico è vistabile da due diversi ingressi: Porta Maggiore, ad ovest, e Porta dell’Angelo, ad est; ma c’è un terzo ingresso, più piccolo, denominato Porta Piccola.


Da Porta Sant’Angelo si arriva su una splendida terrazza, da cui si può godere un bel panorama con distesa di vigneti.


Segnaliamo il Palazzo Baronale, pronto ad ospitare il Museo Enologico Regionale, vicino alla Chiesa della Collegiata, dedicata a San Marciano, da non dimenticare che è patrono di Taurasi.


C’è anche la Chiesa del Santissimo Rosario, con vari dipinti del Settecento Napoletano: un tempo era annesso il convento cinquecentesco dell’ordine dei Domenicani, ora sede del Municipio.


Segnaliamo, inoltre, la Chiesa dell’Immacolata, risalente alla prima metà del ‘700, con le reliquie di San Benigno Martire.


Si possono visitare le cantine dei produttori locali, dove è possibile constatare i procedimenti della produzione dell’eccellente rosso, tra tradizione ed innovazione.


 


E’ un piacere attraversare Taurasi e sarà un gran piacere bere il rosso di Taurasi, che si potrà degustare domenica 8 marzo 2009, giorno dell’anteprima del Taurasi del 2005.


Si presenta il TAURASI del 2005, cioè di quel vino che ha superato la prova d’invecchiamento di quattro anni.


Il Taurasi si lascia riposare per quattro anni; quindi, si presenta il Taurasi del 2005, oggi nel 2009.


 


·         Vino Taurasi Area di produzione
Territori collinari in provincia di Avellino nei comuni: Taurasi, Bonito, Casterlfranci, Castelvetere sul Calore, Fontanarosa, Lapio, Luogosano, Mirabella Eclano, Montefalcione, Montermarano, Montemiletto, Paternopoli, Pietradefusi, Sant’Angelo all’Esca, San Mango sul Calore, Torre le Nocelle e Venticano


·         Vino Taurasi Vitigni
Aglianico per un minimo dell’85% e da altri vitigni a bacca rossa non aromatici


·         Vino Taurasi Caratteristiche


o        colore: rosso rubino intenso con riflessi granata


o        odore: profumo intenso, persistente, fruttato


o        sapore: secco, caldo, abbastanza morbido, giustamente tannico, robusto di corpo


o        titolo alcolometrico volumico totale minimo: 12% vol;


·         Vino Taurasi Temperatura di servizio e Abbinamenti:


o        temperatura vino: 10-15°C


o        abbinamenti vino: carni rosse, arrosto, pollame, selvaggina, formaggi


 


L’Aglianico di Taurasi trae origine nell’alta Valle del Calore, il cui suolo è ricco di componenti vulcanici.


Il Taurasi D.O.C.G.  ha colore rosso granato intenso, dai riflessi vagamente aranciati. E’ un vino di grande struttura; denso, consistente, esprime un bouquet ampio, con sentori di frutti di bosco, ciliegia, prugna. Avvolgente al gusto, con tannini morbidi, risulta elegante e persistente; al retrogusto ricorda vaghi sentori di viola, prugna e ciliegia amara.


 


Il paese sarà in festa e si berrà alla grande.


Ci si potrà trattenere, se si vuole, anche al Wine-Bar di Taurasi, dove Oscar Santosuosso e la gentile compagna ed i familiari propongono, ad italiani e stranieri, profumati bicchieri di vino dell’Antica Hirpinia.


Si potrà comodamente sostare, in un ottimo e caldo ambiente, per stimare in lenta degustazione prodotti tipici della zona e della provincia avellinese.


Ma anche in altri punti sarà possibile apprezzare il vino, di varie ditte, del felice comprensorio di Taurasi.


 


Maurizio Vitiello