VICO EQUENSE E SORRENTO, UN APPELLO PER INTERVENIRE SULLE FRANE

0

L’incubo di una nuova emergenza per la statale sorrentina dopo frane e dissesti. La storia si ripete, ma non sono state ancora pianificate iniziative adeguate per allontare rischi e pericoli per gli automobilisti in transito. Tre i punti di criticità che caratterizzano, in questi giorni, il tracciato che attraversa il territorio di Vico Equense: gli smottamenti nelle aree che sovrastano le due «bocche» della galleria di Seiano ed il distacco di un masso dal costone roccioso in località Bikini rimasto intrappolato nella rete di protezione. Movimenti franosi hanno interessato anche Marina di Vico e la frazione collinare di Bonea. Insomma, quanto basta per alimentare l’allarme del sindaco Gennaro Cinque, in attesa del vertice tecnico previsto per oggi pomeriggio presso il Genio civile: «L’emergenza è stata certificata nei verbali degli esperti che hanno effettuato accurati sopralluoghi sui due versanti della galleria – spiega il sindaco di Vico Equense -. Il pericolo è concreto, ma non sono state formalizzate iniziative per attenuare gli effetti degli smottamenti. Aspetto l’esito della riunione tecnica di oggi, ma consentitemi di manifestare il mio personale disappunto nel constatare la scarsa attenzione generale verso una vicenda che interessa l’intera penisola sorrentina e non solo il nostro territorio». Preoccupazione e amarezza nelle considerazioni di Gennaro Cinque, condivise anche dal sindaco di Sorrento, Marco Fiorentino: «La Protezione civile e il Genio civile – sottolinea – sono gli enti delegati ad attuare gli interventi di bonifica del territorio. Purtroppo, i Comuni, nonostante le esigue risorse disponibili, devono provvedere a fronteggiare emergenze inattese. Condivido le preoccupazioni del sindaco di Vico Equense sulla necessità di poter contare su una maggiore attenzione per il territorio della penisola sorrentina: non vorrei che gli interventi da pianificare per la nostra zona fossero ispirati al criterio politico piuttosto che alle necessità di natura tecnica. È il caso del piano che abbiamo presentato per la bonifica del Vallone dei Mulini, approvato in toto, ma non ancora finanziato». Le copiose piogge dei giorni scorsi non hanno lasciato solo frane e smottamenti. Anche l’asfalto «gruviera», infatti, caratterizza in questi giorni numerose strade di Sorrento e dintorni. Profonde buche e avvallamenti trappola in agguato per automobilisti e centauri. I punti critici nel centro cittadino all’incrocio di Marano, tra via degli Aranci e corso Italia, in via Capo. Situazione difficile anche a Massa Lubrense, in via Partenope e sul tracciato della Massa-Turro. Gli operai dell’ufficio tecnico comunale, ieri mattina, hanno avviato un lungo itinerario per tamponare l’emergenza viabilità.