SORRENTO EMERGENZA STALLE, A RISCHIO GLI ALLEVAMENTI

0

Scoppia l’emergenza stalle in tutta la penisola sorrentina e arriva un proposta di legge per tutelare la filiera casearia e promuovere l’igiene e il benessere degli animali da Sorrento a Vico Equense A presentarla è stato nei giorni scorsi il presidente del gruppo regionale della sinistra democratica Tonino Scala che di fatto propone una modifica al piano urbanistico che riguarda il territorio dei monti Lattari per consentire la realizzazione o l’adeguamento delle strutture di ricovero per gli animali. Sì, perché se da un lato ci sono disciplinari di produzione per formaggi come il provolone del monaco che prevedono esclusivamente l’impiego di latte locale, dall’altra gli allevatori della zona collinare devono fare i conti con una serie di vincoli di natura urbanistica che riguardano la costruzione di stalle per gli animali. «Con questa proposta legislativa abbiamo indicato modifiche ed integrazioni alla legge regionale numero 35/87. In sostanza vogliamo consentire, tutelando il paesaggio, la realizzazione di ricoveri per bovini denominati “stalle a terrazza” che, oltre ad essere utili sul piano funzionale ben si integrano con l’ambiente rurale della zona», spiega Tonino Scala. In definitiva, la proposta di legge, composta di sei articoli, punta inoltre a incentivare l’attività zootecnica fulcro dell’economia agricola e lattiero-casearia dei comuni di Vico Equense, Meta, Piano di Sorrento, Sant’Agnello, Sorrento, Massa Lubrense, Agerola, Casola di Napoli, Castellammare di Stabia, Gragnano, Pimonte, Santa Maria la Carità e Lettere. «L’obiettivo di questa proposta è in linea con le esigenze degli allevatori ma c’è solo da augurasi che non venga utilizzata per consentire abusi edilizia», dice Michele Starace, proprietario di una fattoria nella zona collinare di Vico Equense. Anche nel recente passato, infatti, è capitato che interventi di ristrutturazione riguardanti immobili destinati ad attività rurali in realtà mascherassero veri e propri abusi. Il tutto mentre per gli allevatori veri di fatto è impossibile costruire locali da destinare al ricovero delle mucche e per lo stoccaggio di fieno e mangimi. (Francesco Aiello il Mattino)