SCAFATI, IN SCHIAVITU´ DUE RAGAZZE COLOMBIANE PER LA PROSTITUZIONE

0

Un 34enne di Scafati  aveva ridotto in schiavitù due colombiane per indurle alla prostituzione. Due ragazze giunte in Italia con la speranza di una vita migliore, recluse ecostrette a prostituirsi e far guadagnare un uomo che le violentava e picchiava. Ieri sera, alle ore 22.30 circa, i carabinieri della Stazione di Angri, con la collaborazione dei militari della Tenenza Carabinieri di Pagani, sono intervenuti in un appartamento di Angri, precisamente in via Cervinia N°52. Qui hanno arrestato Sabato D’Angolo, 34enne di Scafati già noto alla giustizia, resosi responsabile dei reati di violenza sessuale, riduzione in schiavitù ed induzione e sfruttamento della prostituzione. Nella circostanza, l’arrestato, a seguito di richiesta pervenuta alla centrale operativa della Compagnia di Nocera da parte delle persone offese, oggetto dell’ennesima e violenta aggressione e minaccia, è stato bloccato dai militari operanti presso l’appartamento – di cui lo stesso D’Angolo è locatario, adibito a casa d’appuntamento pubblicizzata con annunci su internet e su stampa, dove da tempo, sotto minaccia, aveva ridotto in schiavitù ed indotto alla prostituzione e sfruttato ai fini del proprio lucro due donne colombiane, M.V., 25enne, e C.I., 28enne, entrambe in regola con i documenti di soggiorno.

Lascia una risposta