SORRENTO, IL CAPOGRUPPO DI AN ALLA REGIONE RIVELLINI IN VISITA ALL´OSPEDALE

0

Una visita per far accellerare i lavori nelle strutture ospedaliere della Penisola Sorrentina. Il Presidente del Gruppo di AN in Consiglio Regionale Enzo Rivellini, componente della commissione Sanità, ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Come avevo promesso ai cittadini della penisola sorrentina lo scorso 23 ottobre, in occasione della mia prima visita agli ospedali riuniti di Vico Equense e Sorrento, stamani mi sono recato presso il nosocomio sorrentino allo scopo di verificare se, come mi era stato promesso, erano stati ultimati i lavori di ristrutturazione per la parte che deve essere adibita a pronto soccorso. Purtroppo l’intervento di riqualificazione non è terminato ed il direttore generale dell’Asl Na 5, dottor Gennaro D’Auria, si è impegnato per la data di lunedì 26 gennaio a concludere i suddetti lavori. Il prossimo 26 gennaio, quindi, mi recherò nuovamente presso l’ospedale di Sorrento, nell’ambito di un giro di visite a strutture sanitarie che riguarderà anche il San Leonardo di Castellammare di Stabia ed il Maresca di Torre del Greco, perché il dottor D’Auria si è impegnato ad offrire una cena per l’effettiva e definitiva conclusione dei lavori di ristrutturazione dell’ospedale. Mi sono reso conto stamani, visitando il nosocomio di Sorrento, che i lavori procedono ma richiedono diversi giorni se non settimane per essere ultimati. Ho specificato al dottor D’Auria che solo per completare la pavimentazione credo occorrano più di 15 giorni e, quindi, penso che la scadenza del 26 gennaio sia azzardata. Ho comunque rinnovato il mio impegno in difesa della Comunità di Sorrento e lunedì 26 gennaio tornerò per verificare da vicino lo stato di avanzamento delle opere di rifacimento che sono in corso». I problemi dei nosocomi dell’area sono sopratutto strutturali e spesso i medici, tutti ottimi professionisti, sono messi in condizioni difficili per operare sia a volte per la carenza di macchinari sia per la scarsa manutenzione degli immobili dovuta a tagli causati dalle passate cattive gestioni politiche e di questo ne subiscono le conseguente i pazienti e spesso di conseguenza anche il personale medico. A parte questo bisogna lavorare maggiormente sul Pronto Soccorso, è il settore che va potenziato, il punto delicato e cruciale di ogni ospedale, va tenuto conto che è oberato di lavoro, che subisce pressioni affinchè si riducano i ricoveri e quindi le spese, che, in specie quelli di Sorrento e Vico Equense, dove arrivano migliaia di turisti e anche da paesi del circondario, come Positano e Praiano, in Costiera Amalfitana, troppo lontane da altre strutture sanitarie della provincia di Salerno di loro appartenenza. Probabile che dal punto di vista sanitario l’emergenza è un settore fondamentale e devono essere apportate maggiori risorse e più facile accessibilità al ricovero per Pronto Soccorso.