Sorrento SCONFITTA AGRODOLCE PER LA MSC – Battuta casalinga senza drammi

0

PALLAVOLO – SERIE B2/MASCHILE – GIRONE H – 11^ GIORNATA SCONFITTA AGRODOLCE PER LA MSC Battuta casalinga senza drammi MSC CROCIERE – TIME CUTTING EDGE PUTIGNANO 2 –3 (23-25/25-17/19-25/25-18/18-20) MSC CROCIERE: Terminiello, Miccio, Astarita M, Cuccaro, Esposito R, Esposito N, Malinconico; Esposto C, Astarita F (ne), Lauro (ne), Guastafierro (ne), Russo (ne), Amura (ne), Amitrano (ne). 1° All: Russo Paolo; 2° All: Russo Luigi TIME CUTTING EDGE PUTIG: Antelmi, Balestra, Giorgio, Girolamo, Montuoso, Pugliese, Tinelli; Mangini Gia, Mangini Giu, Petronella, Polignano, Rinaldi (ne), Tria (ne). 1° All: Dimichino Giuseppe; 2° All: Tinelli Mario. 1° ARBITRO: Caretti Stefano di Roma, 2° ARBITRO: Diaferia Lorena di Roma MIGLIORI: MSC CORCIERE: Cuccaro, Malinconico e Terminiello, PUTIGNANO: Giorgio, Mangini Giu e Petronella S. AGNELLO. Alla fine la sconfitta non fa drammi. Anche se l’amarezza resta per non aver saputo trarre da questa gara casalinga il massimo profitto. Contro una diretta, se si può dire così in questa fase del campionato, concorrente che aspira alle zone alte. Il Putignano si è rivelato una squadra compatta in quasi tutta la partita, esperta ed incisiva al momento giusto. La Msc forse un po’ paga della vittoria esterna del sabato precedente a Sparanise, ha mollato un po’ gli ormeggi. Dando via libera ai pugliesi nel primo set con qualche apertura di troppo negli altri. Ma la squadra ospite non ha quasi rubato nulla poiché sul parquet si è dimostrata un osso duro. Con una buona difesa ed un attacco che quando colpiva faceva male. Ma dobbiamo dire che i costieri hanno ben rintuzzato le velenose palle biancoverdi. Con una difesa che anche se non al top, in ricezione riusciva a smorzare le schiacciate dei vari Girolamo, Antelmi e Pugliese. Ed in special modo il libero Malinconico che si faceva in quattro saltando come un gatto di qua e di là. La gara è stata equilibrata con i locali che ancora, per qualche verso, risentono dell’assenza dello schiacciatore Russo. Che infortunatosi ad un dito da un po’ di tempo, non sarà pronto che forse tra una decina giorni. La pecca in cui sono incorsi in una serata fredda ed umida i crocieristi e quella di essersi smarriti nel primo set. Nel momento in cui dovevano chiudere l’azione che avrebbe portato quel punto necessario per aggiudicarselo. Facendosi raggiungere sul 22-22. Da quel momento in poi qualche distrazione di troppo ha dato via libera al Putignano. Il secondo iniziava con una bella, avvincente e prolungata fase nella quale gli ospiti ribattevano palla su palla. La Msc non si scoraggiava e con Cuccaro ed Esposito N nella fase centrale del set conquistava importanti punti. La gara tornava equilibrata rotta nel finale dalla buona concentrazione locale e dalle palle vincenti di Astarita M. Nel set successivo le ottime palle a sorpresa di Miccio e le efficaci diagonali non servivano a nulla perché i peninsulari avevano il solito black out. Così il Putignano ringraziava portandosi in vantaggio set per 2-1. Nel quarto set dopo il solito equilibrio con botta e risposta, la squadra di mister Russo vinceva anche per il nervosismo che attanagliava gli ospiti. Perché il primo arbitro chiamava quattro tocchi poiché la palla aveva toccato il nastro. Da questo episodio iniziavano le vibrate proteste putignanesi che portavano all’ammonizione ed al punto per gli avversari. Che approfittando di ciò si portavano in parità set. Il quinto decideva la gara. E qui si andava al finale con il cardiopalma con un punto a punto. Alla fine era il 20 a 18 per la squadra barese. Per mister Russo, non alquanto molto rammaricato, la colpa è che “abbiamo dato il primo set a loro perché non siamo entrati bene in partita”. E “quando si dà un set a queste squadre che giocano grintosamente non riusciamo a recuperare”. Con un pizzico di rammarico conclude che “loro sono stati sempre un set avanti e noi non siamo riusciti a controbbatterli”. E sabato prossimo altra gara casalinga contro l’Hotel Villarosa di Martinafranca. Che è a centroclassifica con 14 punti. Mentre la Msc è quarta a venti. GIUSEPPE SPASIANO