Il Telese Terme si aggiudica la Coppa di Lega Serie D

0

GIUGLIANO – La Sal De Riso accarezza il sogno di portare a casa la Coppa di Lega ma cade sotto i colpi di un Telese Terme ordinato e ben disposto in campo. In una partita dove l’equilibro regna sovrano, è la maggiore lucidità della compagine di coach Borrelli a fare la differenza.


L’avvio di gare è del Telese. Dopo cinque minuti di gioco i tiratori prendono le misure: Forray, apre le danze, gli rispondono Spinaccio e Del Basso. Sul finire di tempo, viene fischiato un fallo tecnico contro Petrocelli, che reagisce in maniera scomposta al pressing avversario. Il Telese si porta in vantaggio di sei punti, ma i Costieri tengono duro e si rifanno sotto. De Giulio si vede chiamare un fallo antisportivo alquanto dubbio, mentre Petrocelli mette a segno una tripla. Al riposo il punteggio è di 30 – 33.


L’inizio del terzo quarto è favorevole a Forray e compagni. La Sal De Riso commette una miriade di errori sotto canestro, favorendo le ripartenze della formazione sannita. Melone va a segno dall’arco siglando il canestro del +8. Lucibello e Spinaccio, però, si mostrano ancora una volta trascinatori indiscussi della propria squadra: tre bombe consecutive azzerano il distacco. L’ultima fase di gioco è al cardiopalma. Si combatte punto su punto, la palla scotta, ogni canestro potrebbe essere quello buono. A due minuti dalla sirena la Sal De Riso è avanti di quattro lunghezze. Il Telese tira fuori alla grande le ultime energie residue: Forray pesca dal cilindro la tripla del pareggio, a cui seguono i canestri del sorpasso, tutti realizzati dalla lunetta. I ragazzi di coach Passeggia vivono un vero e proprio black out dal quale non riescono più ad uscire. Il Telese Terme, con merito, alza la coppa. Finisce 67 a 63.


Giacinto Spinaccio riceve il premio di miglior giocatore della final – four, mentre Stefano Barba viene giudicato miglior giovane.


La Sal De Riso esce dal campo consapevole di essere quantomeno alla pari dei campioni regionali. Il Telese Terme è squadra compatta, quadrata ed ordinata: errato ed inconcludente l’atteggiamento dei ragazzi di coach Passeggia, a lungo incapaci di sviluppare azioni efficaci capaci di sbaragliare la difesa avversaria. La gloria è appannaggio solamente di chi sa vincere, per puntare in alto occorre essere decisamente più cinici. La sconfitta rimediata a Giugliano deve rimanere impressa e trasformarsi in un semplice incidente di percorso, utile ai fini di una scossa che urge come non mai.


Sorride il presidente Andrea Lauro, che guarda le cose in luce positiva: “Oggi la vittoria era alla nostra portata e ci è sfuggita per poco. Sono ugualmente contento, in quanto mettiamo in bacheca il primo trofeo della nostra giovane storia”.


Ufficio Stampa Sal De Riso Costa D’Amalfi


Davide Marciano


 


TELESE TERME


Mirotto D. 21, Melone D. 5, Del Basso G. 8, Linfante A. n.e., Conte A. , Mainolfi L. 4, Ciardiello A. n.e., Barba S. 3, Forray A. 26           Coach Borrelli A.


SAL DE RISO COSTA D’AMALFI


Lucibello P. 14, Giorgio D. 9, Infante G. 4, Florio A. n.e., Spinaccio G. 12, Petrocelli P. 15, Pesce M. 4, De Giulio G. 5, Buzzelli V. n.e., Porpora A. n.e.           Coach Passeggia P.