ROMA AEREOPORTO, SCIOPERO SELVAGGIO DELL´ALITALIA. VALIGIE ABBANDONATE. DIRETTA

0

DIRETTA POSITANONEWS IN ANTEPRIMA NAZIONALE. Disagi a non finire per gli aereoporti in Italia. Positanonews  sta seguendo in diretta ci è stato segnalato l’ennesimo sciopero selvaggio dalle ore 9 (mentre le principali agenzie nazionali lo hanno riportato solo verso le 12, Ndr)  a Roma vittime molti cittadini della Campania  della Penisola Sorrentina e della Costiera Amalfitana, con viaggiatori di Sorrento, Vico Equense,  Amalfi e Positano, persino chi era in viaggio di nozze. “Stavamo per imbarcarci quando  ci hanno avvisato che c’era uno sciopero sulla pista – dice A. M. che è in viaggio di nozze -, una cosa assurda non preavvisarlo. In pratica lo abbiamo saputo un minuto prima e si parla di caos con valigie sotto l’acqua e problemi per tutti.”  Le proteste continuano con gli aerei spostati per la partenza e i turisti che fanno foto denuncia. Intanto centinaia di valigie incustodite sono sotto l’acqua. A cinque giorni dalla partenza della nuova Alitalia, per la compagnia però è ancora caos all’aeroporto di Fiumicino. Voli internazionali e nazionali cancellati, altri ritardati, bagagli accumulati, passeggeri infuriati: è la conseguenza di un’assemblea indetta improvvisamente dai dipendenti di Alitalia Servizi Airport in turno dalle 8 per il servizio pulizie di bordo e carico e scarico bagagli. Circa 400 addetti, dopo un’assemblea spontaneainiziata alle 8,30, hanno formato un corteo partito dal piazzale antistante la mensa Alitalia e diretto verso i terminal. A causa dell’assemblea si sono registrati problemi per il ritiro dei bagagli dei voli assistiti da Az Airport. Dopo cinque ore di sospensione dal lavoro, i lavoratori hanno timbrato di nuovo il cartellino e sono rientrati in servizio. Una nuova assemblea è in programma per i turni del pomeriggio, dalle 15 alle 19. Hanno invece funzionato regolarmente le altre società che si occupano di carico e scarico bagagli. Altre assemblee indette da Cgil, Cisl, Uil e Ugl si svolgeranno nei prossimi giorni. «Ci sono centinaia di lavoratori ex Alitalia che ancora non hanno un contratto e non sanno se saranno assunti», ha detto spiega Gaetano Riccitelli, della Cgil Trasporti, «mentre il resto dei lavoratori assunti in Cai hanno avuto una penalizzazione sui contratti. Alcuni settori, come le pulizie di bordo, il carico e scarico bagagli rischiano di essere esternalizzati». Intanto nell’aereoporpo è caos “Siamo da questa mattina qui per prendere un aereo delle nove e siamo partiti alle quattro – dice un viaggiatore della costa d’ Amalfi -, ma non si capisce niente. Lo sciopero è stato improvviso, non preavvisato. Nessuno ci ha spiegato niente, la gente è infuriata e la polizia ha identificato e fermato pure turisti che stavano facendo foto e riprese.”

Secondo una stima non ufficiale, sono in totale 70 i collegamenti Alitalia finora cancellati all’aeroporto di Fiumicino in conseguenza dell’assemblea dei dipendenti addetti alla pulizia a bordo degli aerei e al carico e scarico bagagli. Disagi anche per le altre compagnie aeree che per i servizi di handling si affidano ad AZ Airport, tra cui Air France, Malev, CSA, Olympic Airlines, Air Europa e Meridiana.