Sorrento. capodanno un giovane spara con la pistola. Considerazioni di Mastellone

0

Una mia considerazione sull’episodio come “cittadino”. La stampa “nazionale” ha riportato l’episodio: un ragazzo di 22 anni ha sparato dalla finestra diversi colpi di pistola. Pubblicità negativa per i sorrentini. Desidero nello stesso tempo complimentarmi con la Polizia di Stato di Sorrento che, con bravura investigativa, hanno scoperto subito chi è stato l’autore della “bravata”: grazie di cuore signor Questore, ci sentiamo almeno tutelati e questo non è poco. Come cittadino desidero fare due semplici considerazioni sull’episodio avvenuto a Sorrento nella notte di Capodanno. Premesso che Sorrento non è (ancora!!) paragobabile a Napoli, cioè c’è gente sana e laboriosa. Ma questo fatto non è da sottovalutare, anzi c’è da lavorarci con determinazione. Per prima cosa riprendo alcuni miei interventi scritti fatti sui “giovani d’oggi”, essi hanno bisogno di essere guidati, di essere instradati e di avere “più valori”. Le famiglie in primis devono intervenire e cambiare atteggiamento verso d loro, poi le “istituzioni politiche” devono assicurare un’ambiente esterno più civile e più ricco di valori. Insomma dobbiamo curare di più i “giovani”, essi, a mio parere, avvertono un forte “disagio”. La seconda considerazione che faccio è rivolta agli stessi “giovani”. Per favore arricchitevi di più di “cultura”, state di più insieme per discutere di attualità di sport di altro, anche di politica, ma non vi aggregate solamente nei locali notturni, nei bar o per strada. Parlate di più direttamente fra di Voi, non solamente in chat!! Guardatevi negli occhi. Perchè non create quei “sani” Circoli che esistevano una volta? Carissimi “giovani” cambiate atteggiamento perchè il futuro è Vostro e Voi ne siete i principali “attori”. Sicuramente le colpe del “disagio” non sono le Vostre, ma sono dell’attuale società che pensa solo al business, al consumismo, alle griffe emolta colpa è anche delle Famiglie che non sono più quelle sane di una volta. Anche per questi ultimi motivi dovete amarVi di più. La mia non vuole essere assolutamente una “lezione di vita”, lezioni non mi piace darle, ma un’esortazione sì. Non ritenete che sia assai “stupido” festeggiare sparando con la pistola? A voi le considerazioni, e scusate dell’intervento ma le “voci” bisogna cominciare a farle sentire!! Chiudersi a “riccio” e non parlare o non dibattere con uno scritto è deleterio.


 Gaetano Mastellone


Positanonews ha pubblicato un pezzo di Maresca con video che si trova due articoli prima di questo intervento nella sezione penisola sorrentina

Lascia una risposta