FESTE DI CAPODANNO, STUPRI E VIOLENZE

0

ROMA – Ancora violenze sessuali nei confronti di donne in questi giorni di festa appena trascorsi, tra domenica e Capodanno. Dopo la vicenda della giovane violentata e picchiata nella Capitale, la notte di San Silvestro, nel corso del mega-veglione svoltosi alla nuova fiera di Roma, il presidente del Consiglio Comunale capitolino Marco Pomarici ha annunciato la volontà di convocare un consiglio straordinario sul tema della violenza sulle donne. “Sono lieto di apprendere – ha detto Pomarici – che la giovane violentata la notte di Capodanno si sta rimettendo e verrà presto dimessa. Le aggressioni nei confronti delle donne restano una drammatica emergenza sociale. Per questo motivo, nella prossima conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari, chiederò la convocazione di un Consiglio Comunale straordinario sul tema, che coinvolga esponenti dei centri antiviolenza, assistenti sociali e psicologi impegnati nel contrasto di questa piaga. Auspico di ottenere la convergenza di tutti i capigruppo: alcune battaglie – ha concluso – non possono e non devono avere alcun colore”.

I carabinieri di Ladispoli, una cittadina a nord di Roma, hanno fermato questa mattina un cittadino senegalese di 21 anni con l’accusa di violenza sessuale e lesioni ai danni di una ragazza bulgara di 20 anni avvenuta la sera di San Silvestro. Era stata la stessa vittima, che lavora come collaboratrice domestica, a denunciare lo stupro. Secondo il racconto fatto ai carabinieri, la sera del 31 dicembre la ragazza era stata avvicinata dal cittadino africano mentre si trovava nella stazione ferroviaria di Ladispoli. Dopo essere stata percossa la giovane era stata portata nello spogliatoio di un campo sportivo, situato a pochi metri dalla stazione ferroviaria, dove è stata violentata. La ragazza, dopo aver avvertito i carabinieri, era stata medicata nella struttura di primo soccorso di Ladispoli dove i medici le avevano riscontrato un trauma cranico, ferite al volto e alcuni ematomi intorno alla bocca. Grazie agli elementi forniti i carabinieri sono riusciti questa mattina ad individuare e fermare l’autore dello stupro. Sempre nella notte tra l’ultimo dell’anno e il 1 gennaio una giovane di 25 anni era stata violentata a Roma nel corso di un festival musicale nella nuova fiera di Roma.

Un romeno di 29 anni, M.D.N., è stato denunciato in stato di libertà dagli agenti del commissariato di Marino, vicino Roma, per violenza sessuale e sequestro di persona. L’uomo, secondo la polizia, dopo aver passato il Capodanno ad una festa, ha condotto nella sua abitazione una connazionale, anche lei di 29 anni e qui ne ha abusato più volte. La giovane è riuscita a divincolarsi e a scendere in strada, chiedendo aiuto, ed è stata soccorsa dai poliziotti. Nella serata di ieri gli agenti hanno fermato il romeno sotto la sua abitazione e lo hanno denunciato.

Con l’accusa di aver sequestrato e violentato una ragazza psicolabile, un cittadino romeno di 35 anni è stato arrestato dai carabinieri di Mirano (Venezia). Secondo la ricostruzione degli investigatori, domenica l’uomo avrebbe avvicinato la giovane affetta da autismo con il pretesto di una passeggiata, ma poi l’avrebbe trattenuta e violentata approfittando dell’incapacità della donna a reagire. Interrogato, l’uomo ha ammesso il rapporto sessuale, affermando però che la giovane sarebbe stata consenziente e di aver agito senza incontrare resistenza.


                         Michele De Lucia