Napoli. Teatro Troisi. Rimini Anni ´60.

0

Si è tenuta presso il Teatro Troisi la conferenza stampa dello spettacolo “Rimini Anni ‘60”, musical firmato Salvatore Ceruti che vede come protagonisti due giovani stelle emerse grazie a due talent show della passata stagione televisiva: Luna Di Nardo da “X-Factor” e Giuseppe Salsetta da “Amici”.


L’idea nasce dal regista ed autore Salvatore Ceruti: “Mi fa piacere riproporre in un musical le atmosfere tipiche degli anni ’60 attraverso le canzoni dell’epoca e le storie semplici ma appassionanti dei ragazzi di quel decennio, nate su una spiaggia e portatrici di grandi emozioni”.


La selezione delle musiche è stata effettuata dal direttore musicale Mario Zinno: “Non è stato facile scegliere tra le tante bellissime canzoni che sono nate in quegli anni, ma pensiamo di aver fatto un buon lavoro optando per brani magnifici come “Nel Sole” oppure “24000 Baci” che sono nella memoria di giovani e meno giovani, oltre ad una serie di brani totalmente inediti ma assolutamente coerenti con gli altri pezzi noti”.


Le coreografie sono state curate da Ettore Squillace: E’ stato bellissimo lavorare con un gruppo di ragazzi scelti attraverso un’attenta serie di provini. Si sono presentati in oltre 250 ed abbiamo scelto quelli che per noi sono dei veri e propri giovani fenomeni”.


I protagonisti arrivati alla notorietà attraverso la tv sono così per la prima volta su un palcoscenico per proporre al pubblico teatrale un musical.


Afferma la protagonista femminile dello spettacolo Luna Di Nardo “E’ molto diverso l’impegno che occorre in teatro rispetto a quello necessario per stare in televisione ; infatti,  se in tv bisogna fare i conti con dei tempi strettissimi, in teatro bisogna effettuare prove su prove con calma e dedizione”.


Anche per Giuseppe Salsetta ci sono differenze tra l’esperienza televisiva che l’ha visto finalista nella passata edizione di “Amici” e l’impegno per “Rimini Anni ’60”: “Quando hai addosso una telecamera puntata viene quasi automatico essere un po’ finti per apparire al meglio, mentre in teatro si è nudi di fronte ad un pubblico presente in sala e la propria personalità salta fuori obbligatoriamente”.


Lo spettacolo andrà in scena dal 25 fino al 28 dicembre per poi riprendere dal 1° fino al 6 gennaio 2009, ma già sono aperte delle trattative per iniziare un tour che porterà le atmosfere degli anni ’60 in giro per l’Italia attraverso il racconto di amori sbocciati, di ambientazioni balneari e di tutta quella magia che ha contraddistinto uno dei decenni più intensi del secolo scorso.


– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –


Da Giovedì 25 a Domenica 28 Dicembre 2008


e da Giovedì 1° Gennaio a Martedì 6 Gennaio 2009


(orario spettacoli: tutti i giorni ore 21, Domenica ore 18)


 


TEATRO TROISI


Via Leopardi 192


Fuorigrotta (Rione Lauro), Napoli


 


GIUSEPPE SALSETTA da “Amici”


E LUNA DI NARDO da “X-Factor”


 


in


 


“RIMINI ANNI ’60”


Il Musical


 


di Salvatore Ceruti


e Armando Armano


 


con


 


ANTONIO GUIDO


VIVIANA GUIDA


PATRIZIO PIPOLA


ANDREA SOLDANO


PARIDE SALVATORE


DONATELLA DE FELICE


LUISA ESPOSITO


ROBERTA AMORUSO


CHIARA BARBAGALLO


ANTONIO MUSELLA


ANTONIO OREFICE


ILARIA SANNINO


 


Coreografie ETTORE SQUILLACE


Musiche e Arrangiamenti DIEGO PERRIS


Direttore Musicale MARIO ZINNO


 


Regia di Salvatore Ceruti


 


Amatissimi non solo dai più giovani, Giuseppe e Luna faranno sognare e divertire il pubblico che assisterà al musical, diretto da Salvatore Ceruti, grazie anche alle indimenticabili sonorità delle canzoni che hanno reso immortale un decennio, indelebile nella memoria di chi lo ha vissuto, e nel mito di chi è invece nato dopo.


“Cuore”, “Io che non vivo”, “Se non avessi più te”, “Pinne Fucili ed Occhiali”, “amore scusami”, “Nel Sole” e tanti altre hit dell’epoca, riarrangiate dal Maestro Diego Perris, assieme ad altri brani originali, scritti per l’occasione, costituiranno la colonna musicale dello spettacolo, che si avvale della direzione musicale di Mario Zinno, e delle coreografie firmate da Ettore Squillace.


Utile spettacolo per apprezzare giovani artisti e per riascoltare brani celebri.


 


Maurizio Vitiello