COSTIERA AMALFITANA, GLI EFFETTI DELLA CRISI SECONDO ASSOTRAVEL

0

Assotravel Campania richiama l’attenzione sulla
crisi del turismo in Costiera Amalfitana, Amalfi, Ravello, Positan e sulle altre destinazioni
della regione Sorrento e Capri.. “La recente crisi economica mondiale fa sentire i suoi
effetti in modo più accentuato su mercati come Regno Unito, Francia e
Germania fondamentali per il comparto turistico campano e della
Costiera Amalfitana in particolare – afferma una nota dell’associazione
-.

Soprattutto quello inglese attraversa una crisi che,
se confrontata a quella italiana, rende quest’ultima un’oasi felice
laddove da sempre il primo bacino di domanda per località come Amalfi,
Positano e Ravello è proprio il mercato anglosassone”. Assotravel
Campania lamenta una scarsa attenzione da parte delle autorità
competenti: “Stanno sì intervenendo per cercare di limitare i danni, ma
in modo poco mirato e assolutamente parziale tralasciando proprio le
destinazioni citate e quelle che in ogni caso rappresentano la Campania
nel mondo”. La costiera conta circa 7.900 posti letto e un potenziale
di 1.400.000 pernottamenti. Le 5 le strutture lusso presenti nella zona
per 72.000 bednights producono un fatturato di oltre 21.000.000 euro
annui, mentre le 6 strutture a 5 stelle per 64.000 bednights producono
un fatturato annuo 14.000.000 di euro. Per le restanti strutture di 4,3
e 2 stelle si parla di oltre 850.000 bednights per un fatturato annuo
di 51.000.000 di euro. Le stime di Assotravel segnalano quindi un
fatturato annuo complessivo della zona di oltre 86 milioni di euro per
un indotto stimato in altri 86 milioni di euro.