AGGRESSIONE IN AUTOSALONE A ROMA: UN MORTO E UN FERITO

0

ROMA – I loro corpi riversi in una pozza di sangue: così sono stati trovati oggi pomeriggio due uomini, titolari di un autosalone in via Tito Livio, al quartiere Prati a Roma. Il più giovane dei due, Massimiliano Patis di 38 anni, é morto poche ore dopo in ospedale mentre i medici tentavano di salvargli la vita. Ma la ferita alla testa era molto profonda.

Lotta invece tra la vita e morte un parente di Patis, Alessandro de Antonis, 42 anni, anche lui ferito alla testa ed operato in serata al policlinico Gemelli, dove era arrivato in arresto cardiaco.

Ancora avvolta ‘nel buio’, come ha detto un investigatore della squadra mobile di Roma, tutta la ricostruzione di quanto avvenuto nell’autosalone. E dopo una prima ipotesi che a ferire i due parenti fossero stati alcuni colpi d’arma da fuoco, la polizia si è convinta invece che l’assassino abbia usato un oggetto contundente, come un martello o un cric. A confortare la tesi della polizia c’é la valutazione dei medici dell’ospedale Santo Spirito, che hanno operato Patis, i quali hanno escluso che a fracassare la tempia dell’uomo possa essere stato un proiettile.

A sciogliere i dubbi sarà comunque il medico legale che in nottata potrebbe fare un primo esame del cadavere. Gli investigatori della mobile romana, che hanno avviato una serie di accertamenti anche sulla vita privata dei due uomini, sembrano essere orientati verso un omicidio ‘d’impetò e non verso una azione premeditata. A trovare i due feriti è stato un cliente dell’autosalone che aveva un appuntamento alla 16.30.

Sulla porta l’uomo ha trovato il cartello ‘torno subito’ ma la porta era aperta e, soprattutto c’erano alcune macchie di sangue proprio all’ingresso. Insospettito è entrato ed ha trovato i due corpi riversi in una pozza di sangue. Il cliente ha quindi chiamato la polizia. Nell’autosalone sono arrivati gli investigatori della squadra mobile e i colleghi della polizia scientifica che stanno ancora effettuando i rilievi alla ricerca di eventuali tracce lasciate dall’assassino.

La polizia sta anche ascoltando alcune persone, ad esempio altri commercianti della via, molto tranquilla e residenziale, per capire se qualcuno ha notato movimenti sospetti o persone che fuggivano. Tutte aperte, al momento, le ipotesi investigative. Dalla lite finita in tragedia, alla rapina o anche ad regolamento di conti. Le prossime ore saranno preziose per raccogliere particolari utili sulla vita dei due titolati dell’autosalone








SPECIALI
Photostory: cede la strada, camion nella voragine a Roma


ansa.it               inserito da Michele De Lucia


visita il mio blog


 


http://ilblogdimikidelucia.myblog.it