Sorrento: Abusi edilizi, denunciate 18 persone, 8 nella stessa strada.

0

Sorrento: Abusi edilizi, denunciate 18 persone.


di Vincenzo Maresca.


Sorrento. Non si ferma l’ondata degli abusi edilizi che nel solo 2008 ha colpito centinaia di persone dedite alla fabbricazione di manufatti privi di concessione da parte degli enti competenti modificando in tal senso l’assetto di un vastissimo territorio come la penisola sorrentina che dovrebbe essere sottoposto a rigidi vincoli ambientali e paesaggistici. L’ultima operazione perpetrata dai carabinieri della compagnia di Sorrento coordinata dal capitano Massimo De Bari prima delle festività natalizie ed in attesa della fatidica scadenza del 31 dicembre per i termini posti dal nuovo piano territoriale di coordinamento provinciale ha portato alla denuncia alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata di 18 persone responsabili di avere realizzato oltre mille metri quadrati di superficie complessiva in maniera del tutto abusiva, con il conseguente sequestro di tutte le aree oggetto di ispezione. Punta di diamante il comune di Piano di Sorrento dove la sinergica operazione dei militari dell’Arma della stazione locale diretti dal maresciallo Daniele De Marini e coordinati dal capitano Massimo De Bari ha fruttato ben 13 delle complessive 18 denunce per abusivismo edilizio. Di questi addirittura 8 avevano commesso reati edilizi nella stessa strada, in via Savino che collega via delle Rose con via Ripa di Cassano. In un tratto di circa 200 metri di strada sono stati denunciati R. P. 59enne di Castellamare di Stabia, proprietario e committente dei lavori, per la realizzazione di ampliamento e modifica su un preesistente fabbricato, G. S. 53enne di Piano di Sorrento per la costruzione di un manufatto di 80mq privo di concessione comunale, A. R. 58enne di Piano di Sorrento per ampliamenti e modifiche abusive su fabbricato preesistente, M. C., 58 anni, M. C. , 66 anni, C. P. , 66 anni, tutti di Piano di Sorrento e comproprietari per la realizzazione abusiva di un muro di cinta in calcestruzzo per una lunghezza di 150 metri, M. C. D. 40enne, D. C. D. , 42enne, entrambi di Piano di Sorrento, per l’edificazione abusiva di 3 manufatti per una superficie totale di 80mq. Distolta l’attenzione da via Savino i carabinieri si sono concentrati sulle zone limitrofe denunciando in via delle Rose 3 persone, F. C. , 39enne di Piano di Sorrento affittuario di un fondo, P. G. D. , 57enne di Vico Equense rappresentante legale di una impresa edile vicana esecutrice dei lavori e V. A. , 57enne di Piano di Sorrento in qualità di direttore dei lavori per avere realizzato ampliamenti e modifiche su un preesistente fabbricato in assenza di opportuni titoli autorizzativi. Altre 2 persone, C. M. 54enne di Vico Equense e G. P. 56enne di Piano di Sorrento sono state denunciate nel centro storico in via Gottola per la costruzione di un manufatto abusivi di circa 80mq. Ulteriori notifiche di reato sono state distribuite nel comune di Vico Equense a carico di S. P. 54anni ed M. C. 52 anni, marito e moglie responsabili di abuso edilizio e di violazione di sigilli su un manufatto già sottoposto a sequestro, nel comune di Massa Lubrense dove è stato denunciato C. A. , 46 anni, per il completamento di opere e violazione di sigilli su costruzione già abusivamente realizzata e sequestrata in via Santa Maria nella frazione alta di Schiazzano e nel comune di Anacapri dove in via La Fabbrica è stata denunciata M. E. , 68anni, per avere realizzato un manufatto in blocchi lapil-cemento di 40mq; in via Catena è stato invece denunciato M. T. , 39enne, per la realizzazione di una vasca interrata per la raccolta di acque reflue.