A MIRABILIA I CORALLI DI RAVELLO E DELLA COSTIERA AMALFITANA

0

Salerno e, in
particolare la Costiera e Amalfi, come è attestato da documenti ed
oggetti unici, sono stati importanti siti per il commercio e la
lavorazione di questa straordinaria fonte di fascino, e con un valore
apotropaico positivo riconosciuto in tutte le culture del mondo. A
testimonianza dell’antica meraviglia dell’oro rosso nella mostra
«Mirabilia Coralii – Capolavori barocchi in corallo tra maestranze
ebraiche e trapanesi», a Palazzo Vallelonga a Torre del Greco, che si
aprirà al pubblico sabato prossimo e resterà aperta fino al 1 febbraio
2009, saranno esposti due oggetti di valore inestimabile, sia sul piano
strettamente economico, ma soprattutto dal punto di vista storico,
provenienti dal Museo del Corallo di Ravello. Un crocifisso del XVII
secolo in corallo, il corpo di Cristo, cristallo di rocca, argento ed
oro, la croce, e una Madonna del XVII sec. di fattura siciliana.
Curatrice della mostra Cristina Del Mare, non nuova ad imprese del
genere.