Casa e matrimonio scaccia-crisi: bilancio positivo per Pompei Expo 2008

0

Salerno e provincia hanno risposto con entusiasmo all’appello di Pompei Expo 2008 “Soluzioni per la casa, idee per la sposa”, sia con una nutrita presenza di aziende salernitane tra gli espositori, sia per quanto riguarda il gradimento del pubblico confermando, così, che l’abitazione e il matrimonio “resistono alla crisi”. Bilancio positivo, dunque, per Pompei Expo 2008 che ha chiuso i battenti lo scorso 8 dicembre: sono state oltre 50mila le presenze complessive stimate dalla protezione civile nei dieci giorni di apertura. L’evento espositivo, incentrato sul tema “soluzioni per la casa, idee per la sposa”, ha raccolto circa 80 operatori economici vesuviani e salernitani, provenienti dai settori della produzione e dei servizi, che su circa 3.500 metri quadrati complessivi di esposizione, hanno sfidato la congiuntura economica negativa puntando tutto su ciò che è espressione del made in Italy nei due settori fondamentali della società italiana. Erano una dozzina, infatti, le aziende della provincia di Salerno che hanno promosso i loro prodotti e servizi al pubblico durante l’esposizione, interamente dedicata ai temi, sempre attualissimi, della casa e delle nozze. Soddisfazione è stata espressa dagli operatori economici protagonisti dell’evento ospitato nell’area espositiva del Santuario di Pompei: il pubblico che ha visitato l’esposizione è stato reputato “molto interessato, attento alla qualità dei prodotti e dei servizi in vetrina, ma anche informato e competente sulle scelte”. Gran parte degli espositori ha avuto modo di stabilire “sin da subito importanti contatti di lavoro e di collaborazione”. La seconda edizione di Pompei Expo ha richiamato attenzione e pubblico da ogni parte della Campania, ma picchi significativi di visite sono stati raggiunti soprattutto dalla città di Salerno e dai vicini centri del comprensorio salernitano. Anche questa volta il made in Italy è stato protagonista assoluto dell’esposizione che riunisce a Pompei il meglio della produzione nazionale. Nonostante il momento difficile, infatti, gli italiani non rinunciano a due aspetti fondamentali della vita, come abitare in una casa confortevole e progettare il futuro attraverso il matrimonio. Due settori, oltre che due elementi basilari della società, in cui il coraggio di puntare sul made in Italy può rappresentare la chiave di svolta in una fase di rallentamento dell’economia. E dai comparti produttivi del salernitano è arrivato un segnale forte di ottimismo, rappresentato dalla condivisione degli obiettivi di Pompei Expo 2008. Larga parte della provincia di Salerno è stata presente all’evento espositivo: il “primato” spetta alla città di Scafati, presente con ben 4 espositori. Segue a ruota Angri, con 3 aziende. Presenze altrettanto significative sono giunte anche da Nocera Inferiore, San Valentino Torio e Pontecagnano. Pompei Expo 2008 è stato ideato e promosso dall’associazione Pompei Now, ed è stato patrocinato da: Regione Campania, Provincia di Napoli, Città di Pompei, Santuario di Pompei, Azienda di cura, soggiorno e turismo di Pompei, Parco Nazionale del Vesuvio. Partner d’eccezione dell’evento sono stati: MSC Crociere, Cariparma e Pompei Resort. A tutti va la riconoscenza degli organizzatori che ringraziano anche la protezione civile di Pompei, le forze dell’ordine, i volontari della Croce del Sud, la Eiffel Creazioni s.r.l. Pompei Expo dà l’arrivederci al 2009. Dal 24 al 27 aprile 2009, invece, torna Sapori & Saperi, la kermesse dedicata al patrimonio agroalimentare della Campania che nella prima edizione ha fatto registrare oltre 40mila presenze.