RAVELLO CELEBRA SANTA BARBARA, COMPATRONA DELLA CITTA´

0

La comunità ecclesiale di Ravello in Costiera Amalfitana il 4 dicembre si appresta a celebrare la memoria liturgica di Santa Barbara, Vergine e Martire, compatrona della città, tradizionale incipit della programmazione natalizia.
Ravello e Santa Barbara, un legame antico che risale almeno all’epoca del vescovo Costantino Rogadeo (1094-1150), quando una reliquia della santa martire, recante il sigillo del presule, era conservata presso la chiesa parrocchiale di San Pantaleone in “Platea Sancti Adiutoris”, l’odierna Piazza Fontana Moresca, successivamente intitolata a Sant’ Agostino.
La festa, allietata dalla dolce melodia di zampogne e ciaramelle, quest’anno assume un sapore particolare grazie alla presenza di S.E. Mons. Orazio Soricelli che con una solenne celebrazione eucaristica darà inizio alla Visita Pastorale.
Programma

“O Dio che fai risplendere la Tua potenza nell’umana debolezza, concedi a noi, che ricordiamo in questo giorno la nascita al cielo di Santa Barbara, vergine e martire, la misteriosa fortezza che la rese invincibile nel martirio, per venire a Te sulle orme dei testimoni della fede ed avere parte con loro alla gioia eterna”.

Ore 16.30: Gli zampognari allieteranno le vie del centro con le dolci melodie pastorali tipiche della tradizione natalizia.

Ore 18.00: Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Mons. Orazio Soricelli, Arcivescovo di Amalfi—Cava de’ Tirreni, con cui avrà inizio la Visita Pastorale.

Ore 19.00: Processione attraverso Via Della Marra.

Il corteo processionale, sulle note di zampogne e ciaramelle, sarà salutato lungo il percorso da una fiaccolata. Luigi Buonocore
Per ulteriori informazioni: www.comitatofesteravello.blogspot.com