MAIORI, COSTIERA AMALFITANA. GIU´ DA UN DIRUPO DI 7 METRI CON LA MOTO

0

Maiori. Stavano rientrando a casa dopo aver trascorso la serata a Maiori, sul caratteristico lungomare della cittadina della Costiera Amalfitana. All’improvviso, però, il viaggio di ritorno ha rischiato di trasformarsi in tragedia. Perchè i due ragazzi, residenti a Vietri sul Mare, sulla Costa d’ Amalfi, che viaggiavano a bordo di uno scooter, sono stati sbalzati nel vuoto, dopo aver perso il controllo del motorino. Il volo è stato pauroso e, per circa sette metri, gli adolescenti sono precipitati nel dirupo. Il salto, per fortuna, è stato attutito dagli arbusti e dalle sterpaglie, altrimenti le conseguenze sarebbero potute essere ben più gravi. • L’incidente è avvenuto mercoledì sera, intorno alle 22, sulla Statale amalfitana, all’altezza del complesso monastico di Santa Maria de Olearia, poco distante dal cimitero, e i giovani hanno rischiato di restare senza soccorso per tutta la notte. La fortuna ha voluto che altri ragazzi, che passavano di lá per caso, notassero il motorino adagiato sull’asfalto e nessuno nelle sue prossimitá. • Perciò si sono fermati per fare un giro di perlustrazione e per capire come mai lo scooter si trovasse in quella posizione. E, così, hanno potuto sentire le grida di aiuto dei due sfortunati. Immediatamente è stato dato l’allarme e si è attivata la macchina predisposta per le emergenze di questo tipo. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco del Distaccamento di Maiori, che hanno provveduto al recupero dei feriti, i carabinieri della stazione di Maiori e della compagnia di Amalfi, le ambulanze del 118. • I caschi rossi si sono calati nel dirupo e, con tutte le cautele del caso, hanno issato fin sulla carreggiata, i due amici. Ad avere le conseguenze più gravi è stato M.P., quindici anni, che è stato trasportato nell’ospedale Costa d’Amalfi di Castiglione di Ravello. Il giovane è stato sottoposto a tutti gli accertamenti del caso e ad una Tac con contrasto, che ha evidenziato la lesione della milza. Perciò è stato operato d’urgenza e l’intervento gli ha salvato la vita. Se si fosse perso del tempo, infatti, molto probabilmente l’emorragia interna non gli avrebbe lasciato scampo. Meno grave, invece, il quadro clinico per l’altro sfortunato protagonista dell’incidente, che è stato medicato nell’ospedale di Cava. • Secondo quanto riferito dai ragazzi ai militari dell’arma, sarebbero stati abbagliati dai fari di un’auto che proveniva nella direzione opposta. E, ciò, avrebbe fatto loro perdere il controllo dello scooter che, come una catapulta, li avrebbe scaraventati nel dirupo. Gaetano de Stefano

Lascia una risposta