Roma. Museo del Corso. Da Rembrandt a Vermeer.

0

DA REMBRANDT A VERMEER. Valori civili nella pittura fiamminga e olandese del ’600

11 novembre 2008 – 15 febbraio 2009


A cura di Bernd Lindemann, direttore della Gemäldegalerie


La Fondazione Roma porta nella capitale gli artisti del Secolo d’Oro dei Paesi Bassi.


Da novembre in mostra a Roma al Museo Fondazione Roma


La Fondazione Roma, presieduta dal Prof Avv. Emmanuele Francesco Maria Emanuele, organizza, presso il proprio spazio espositivo – dall’11 novembre 2008 al 15 febbraio 2009 – la mostra Da Rembrant a Vermeer. Valori civili della pittura fiamminga e olandese del ‘600.


La rassegna, rappresentativa del “Secolo d’Oro” dell’arte fiamminga ed olandese, vuole indagare lo sviluppo del genere degli interni domestici dedicati all’intimità familiare, testimonianza del rinnovato contesto sociale e dei valori civili dell’Olanda del Seicento.


Per la prima volta in Italia sarà finalmente possibile ammirare una ricca selezione di opere appartenenti alla più importante collezione al mondo di dipinti fiamminghi e olandesi del XVII secolo, quella della Gemäldegalerie di Berlino, composta da capolavori quali Il cambiavalute di Rembrandt a la Ragazza col filo di perle di Vermeer.


Attraverso i 55 capolavori esposti i visitatori avranno l’opportunità di conoscere l’arte e la cultura delle Fiandre e dell’Olanda durante il loro “Secolo d’Oro”. Il percorso evidenzia l’alto grado di sviluppo raggiunto dalla cultura pittorica dell’arte olandese in un periodo storico caratterizzato da cambiamenti significativi a livello culturale, politico, economico e religioso. Allo stesso tempo chiarisce quanto radicate e profonde fossero, negli stessi anni, le differenze tra l’Italia e i Paesi Bassi nell’estetica e nella realtà sociale, pur esistendo dei parallelismi dovuti all’influenza che l’arte italiana ebbe in artisti come Rubens o Van Dyck.