RAVELLO PROTESTE PER IL GAS, DOPO IL MINISTRO BRUNETTA ANCHE NOI LO VOGLIAMO

0

Via Marino Frezza a Ravello, la gemma della Costiera Amalfitana, bellissima, come la parallella Via Casa Rossa. Centinaia di scala di bellezza, ma anche di fatica, per chi deve portare le bombole di gas, per esempio. Solo che nell’altra c’è il Ministro Renato Brunetta ed è arrivato il gas, nell’altra no. “Da quando c’è il Ministro qui intorno le cose sono subito migliorate, il sentiero che congiunge Via Marino Frezza con Via Casa Rossa dove si trova la casa di Brunetta è diventato percorribile – dice Giovanni Conte -.  Era tutta terra e stata sistemata dopo acquistata la casa, anche i servizi gli arrivano subito appena li chiede, dal telefono in poi, e mi sembra giusto, poi gli han dato il gas come a tutta la strada e a noi che siamo una strada parallela no. Questo non mi sempra giusto – dice Giovanni Conte -, ci hanno fatto fare prima i precontratti tre anni fa, poi ci hanno chiesto i contratti. Ho una spalla rotta per portare le bombole qui giù e non ce la faccio più. Andavo quasi tutti i giorni nell’ufficio del gas finchè la funzionaria non se ne è andata. Volevo andare in televisione. Il Ministro è una bravissima persona, volevo dirglielo, ma è inavvicinabile. Non mi sembra giusto che ci siano cittadini di serie B e serie A, anzi che dico B, serie D. Ho chiesto a tutti, spero che qualcuno interceda non ce la faccio più a portare bombole in spalla.” Abbiamo promesso che ne avremmo parlato..


Michele Cinque