VICO EQUENSE NON ABBIAMO TRASCURATO L´EMERGENZA RIFIUTI

0

Vico Equense – La lista nera in provincia di Napoli conta 41 comuni. Tutti enti che gli uomini di Bertolaso hanno già «avvisato» più volte, con richiami formali, sulla gestione dei rifiuti. E ora rischiano, almeno sulla carta, lo scioglimento: basterebbe la segnalazione del sottosegretario per ottenere il provvedimento dal ministero dell’Interno. Nell’elenco dei «recidivi» ci sono Acerra, Arzano, Afragola, Bacoli, Boscotrecase, Brusciano, Calvizzano, Casalnuovo, Casandrino, Casavatore, Casoria, Castellammare di Stabia, Ercolano, Frattaminore, Giugliano, Gragnano, Marano, Marigliano, Massa di Somma, Melito, Mugnano, Nola, Ottaviano, Palma Campania, Poggiomarino, Pompei, Pomigliano, Pollena Trocchia, Pozzuoli, Procida, Qualiano, Sant’Anastasia, Sant’Antonio Abate, San Giorgio a Cremano, San Giuseppe Vesuviano, Saviano, Striano, Torre Annunziata, Torre del Greco, Trecase, Vico Equense, Villaricca, Volla. L’amministrazione di Vico Equense respinge le accuse. «Siamo tra i Comuni virtuosi della Campania con circa il 65 per cento di differenziata – afferma Giuseppe Cioffi, assessore all’Ambiente – e abbiamo avuto solo una lettera di sollecito per la galleria di Seiano. Non comprendiamo l’inserimento tra realtà civiche che hanno trascurato del tutto l’emergenza rifiuti. In ogni caso con Terra delle Sirene, pur non essendo di nostra competenza, ripuliremo tra giorni il tunnel di Seiano».