AGGUATO A CASTELLAMMARE, UCCISE DUE PERSONE

0


Due persone sono morte in un agguato a Castellammare di Stabia al confine con Gragnano a mezzogiorno di oggi. Un duplice omicidio efferato fra i Monti Lattari e l’area stabiese in provincia di Napoli in Campania.. Sul fatto, avvenuto in via Gragnano, indagano i carabinieri. Le persone sono morte sul colpo. Ancora incerta la dinamica del duplice omicidio anche se è stato accertato che le due vittime erano in strada. Ancora non si conoscono le generalità dei due uomini uccisi, né se fossero legati o meno alla criminalità organizzata della zona. Le vittime I sicari hanno ucciso Carmine D’Antuono, 58 anni, noto con il soprannome di “O’ lione”, considerato affiliato al clan Imparato, e Federico Donnarumma, 42 anni, con piccoli precedenti per truffa e altro. Le vittime sono Carmine D´Antuono, pluripregiudicato di 58 anni, considerato uomo del clan Imparato, e Federico Donnarumma, che alle spalle ha solo una denuncia per truffa e fase attestazioni. Il primo è residente a Castellammare, il secondo a Pimonte.
Secondo gli investigatori, almeno dalle prime indiscrezioni, nel mirino dei sicari c´era soltanto Carmine D´Antuono, noto negli ambienti criminali con il soprannome di “´o Lione”.
L´agguato è avvenuto poco prima delle 12.00 nella centralissima via Castellammare che in pratica collega i due comuni. Gli investigatori hanno transennato la zona, ed hanno anche ascoltato alcuni testimoni. I killer avrebbero avvicinato le due vittime in sella ad una moto di grossa cilindrata e avrebbero fatto fuoco da distanza ravvicinata.
Ancora da accertare il movente del delitto avvenuto sotto gli occhi di decine di passanti, ed ora si scava nella vita dei due uomini ammazzati per tentare di risalire al motivo della vendetta, eseguita, chiaramente, in perfetto stile camorristico

Lascia una risposta