POSITANO – SE NE VA GIUSEPPE RISPOLI, ADDIO "BOSS" DELLA BUCA DI BACCO

0

Se ne va in punta di piedi “il Boss” così lo  chiamavano tutti, affettuosamente, alla Buca di Bacco. Giuseppe Rispoli, 86 anni, dopo una lunga malattia,  lascia i figli Sasà, Salvatore, che ha fatto anche l’assessore ed il presidente degli albergatori di Positano,  Carla e Marianna alle 16,30 i funerali alla Chiesa Madre. Giuseppe Rispoli era un pezzo di storia, come la famiglia Rispoli che ha fatto la storia del turismo in Costiera Amalfitana e in Campania. E’ stato un antesignano della dolce vita positanese lanciando negli anni Cinquanta le serate danzanti alla Buca di Bacco. Buca di Bacco, un nome affascinante e curioso una storia ed una tradizione antiche. Letteralmente “Buca” sta per taverna o cantina e “Bacco”, si sa, è il dio del vino dell’antica mitologia greca.

La storia ha origine nei primi anni del ‘900, quando alcuni artisti ed intellettuali dell’epoca, abituali frequentatori di Positano, inventarono questo nome per la cantina di un ristorante che adibirono a romantico ed esclusivo locale notturno.

La Buca di Bacco ha oggi un aspetto molto diverso da quello di inizio secolo, l’albergo, a cui la vecchia taverna ha dato origine, è per dimensione e servizi offerti un’azienda moderna, sempre al passo con i tempi.

Ciò che non è cambiato è la passione che tramandata di padre in figlio, la passione e la dedizione che aveva Giuseppe che finchè poteva è stato sempre lì a guardia della sua amata Buca di Bacco che ha formato tanti positanesi e ha dato tanto al paese.Una vera e propria istituzione, l’attività, oggi divisa in due, albergo e ristorante da una parte, e il bar ristorante La Pergola dall’altra.  Giuseppe Rispoli, era il terzo di sei fratelli ha formato tanti positananesi e non che hanno prestato servizio tra i tavoli della Buca di Bacco. E Giuseppe Rispoli era sempre lì, tra il fumo della sigaretta, a vigilare sull’operato dei suoi collaboratori. Uomo schivo e riservato, silenzioso e taciturno, Giuseppe Rispoli (nella foto tratta dal blog di Massimo Capodanno positanomylife.blogspot.com) fu anche tra i protagonisti del film Leoni al Sole, la cui sceneggiatura fu firmata da Raffaele La Capria.


A tutti i familiari vanno le nostre condoglianze

Lascia una risposta