Ad Agropoli e Padula un incontro-dibattito sui tumori al seno

0

In occasione della Campagna Nastro Rosa, che ha come obiettivo quello di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza della corretta prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella, tante le iniziative che, per tutto il mese di ottobre, saranno curate dalla Sezione Provinciale LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) di Salerno in collaborazione con Estée Lauder Companies.

Dibattiti, convegni, incontri con studiosi e ricercatori, visite specialistiche caratterizzeranno tutto il mese di ottobre. Due i momenti culminanti dell’iniziativa: giovedì 11 ottobre alle ore 18,00 nell’Aula Consiliare della Certosa di San Lorenzo, a Padula, dibattito sul tema “Previeni il tumore al seno: proteggi la tua vita, preservi la tua femminilità”, con la partecipazione del presidente provinciale della LILT, Giuseppe Pistolese, dell’oncologa Clementina Savastano, del chirurgo Nicola Pandolfo, del radiologo Gaetano Pellegrino e dell’anatomopatologa Annamaria Cascone. Il 25 ottobre ad Agropoli, nuovo dibattito e manifestazione conclusiva dell’iniziativa.

Durante tutto il mese di ottobre inoltre presso gli ambulatori LILT di Salerno (all’interno dell’ex Ospedale Vernieri) otto specialisti saranno a disposizione delle donne con più di 25 anni di età per visite senologiche gratuite. Per conoscere giorni e orari di apertura dell’ambulatorio (in cui sarà possibile effettuare anche esami di diagnosi precoce e controlli), si può chiamare il numero verde 800 998877, lo 089 220197 oppure consultare il sito www.lilt.it dove saranno pubblicati anche i dettagli dei vari eventi organizzati in provincia nel corso di questo mese.

In tutto il mondo occidentale, il tumore al seno è il primo tumore femminile per numero di casi e la sua incidenza è in costante aumento, tanto da essere considerato alla stregua di una vera e propria malattia sociale. In Italia, i nuovi casi di cancro al seno sono circa 40.000 (39.735 nel 2007). Sono però diminuiti i decessi (9.045 nel 2007). Quello del seno è, comunque, il tumore con la più alta percentuale di guaribilità: una lesione neoplastica di piccole dimensioni, al di sotto cioè di un centimetro di volume, guarisce infatti in oltre il 90% dei casi. «Questa iniziativa rappresenta la continuità di una azione che da sempre facciamo sulla prevenzione – ha dichiarato il Presidente della Sezione Provinciale LILT di Salerno, Giuseppe Pistolese – che è senza dubbio la prima e più efficace arma per combattere il tumore della mammella. L’auspicio è ovviamente quello di lavorare sempre di più sul fronte della prevenzione, per intervenire di meno su quello della terapia, anche per diminuire gli effetti legati alla patologia. È dimostrato che la prevenzione, quando porta all’individuazione di patologie allo stato iniziale, è determinante ai fini dell’efficacia della terapia».


                         Michele De Lucia