PAPA: CONTRACCEZIONE NEGA SCOPO ULTIMO MATRIMONIO

0

CITTA’ DEL VATICANO  – I metodi contraccettivi che impediscono la procreazione di figli snaturano il senso ultimo del matrimonio: lo ha ribadito con forza oggi Benedetto XVI, in un messaggio inviato ad un congresso sui 40 anni dell’ Humanae Vitae (l’enciclica con cui Paolo VI proibì a pillola), in corso a Roma.

“La possibilità di procreare una nuova vita umana è inclusa nell’integrale donazione dei coniugi”, ha spiegato papa Ratzinger. “Se,infatti – ha aggiunto – ogni forma d’amore tende a diffondere la pienezza di cui vive, l’amore coniugale ha un modo proprio di comunicarsi: generare dei figli….Escludere questa dimensione comunicativa mediante un’azione che miri ad impedire la procreazione significa negare la verità intima dell’amore sponsale, con cui si comunica il dono divino”. Benedetto XVI ha ammesso che “nel cammino della coppia possono verificarsi delle circostanze gravi che rendono prudente distanziare le nascite dei figli o addirittura sospenderle”. “Ed è qui – ha sottolineato – che la conoscenza dei ritmi naturali della fertilità della donna diventa importante per la vita dei coniugi”. “I metodi di osservazione, che permettono alla coppia di determinare i periodi di fertilità – ha proseguito – consentono di amministrare quanto il Creatore ha sapientemente iscritto nella natura umana, senza turbare l’integro significato della donazione sessuale”.

MOLTI CATTOLICI NON CI SEGUONO – Sulla contraccezione, molti fedeli “trovano difficoltà” a comprendere gli insegnamenti della Chiesa cattolica, la quale deve accrescere i suoi sforzi per far comprendere “la bellezza dell’amore coniugale”: lo ha affermato Benedetto XVI.


ansa       Michele De Lucia