POSITANO CUPOLA E PORTONE LA CHIESA DELLA PERLA DELLA COSTIERA AMALFITANA SI RINNOVA

0

Questa sera è stato presentato il progetto di consolidamento statico e restauro della cupola della Chiesa Madre di Positano e un progetto artistico di scultura in bronzo del portone del sacerdote Battista Marello. Riflettori puntati sulla cupola dove molti si chiedono tempi e costi di realizzazione. I costi per la cupola saranno di circa 150.000 euro, ma ne sono disponibili al momento solo 40.000 stanziati dalla Regione Campania, “Ma per Pasqua ce la faremo con l’aiuto della Provvidenza”, assicura don Giulio Caldiero, “una volta i pescatori davano le decime alla Madonna, se non ce la faremo useremo un mutuo.”. Per il portone i costi si aggirano sui 70/80.000 euro, ma il valore del portale sarebbe superiore considerato l’apporto artistico e il valore del bronzo. “A Positano non mi sono comportato come artista – ha detto il sacerdote Battista Marello, che è intervenuto anche a Cetara e doveva farlo anche ad Amalfi in costiera amalfitana -, questo paese è benedetto da Dio per la sua bellezza, ma dovrebbe creare un percorso culturale che non ha.” Interessante la presentazione dei lavori e come dicevamo l’attenzione è dedicata alla cupola della Chiesa Madre di Positano già oggetto di intervento nel 1990 con varie contestazioni, ma le infiltrazioni e le erbe che crescono fra le maioliche sono incontestabili. Era da anni che si chiedeva un intervento sulla cupola della Chiesa Madre di Positano, in Costiera Amalfitana, della diocesi di Amalfi Cava de Tirreni in provincia di Salerno, sembra che finalmente l’opera si farà visto che ha avuto tutti i pareri compreso quello della Soprintendenza, che farà comunque da supervisione. Le perplessità sono sulle maioliche visto che già nel 1990 ci fu un intervento contestato e pare che queste verranno tolte e probabilmente non torneranno più nella sede originale, bisognerebbe vedere se c’è la possibilità di un intervento alternativo che ne consenta la permanenza ma sarà difficile perchè dall’incontro è emerso che le condizioni in cui sono le maioliche non ne consentirebbero il ricollocamento, ma questo sarà deciso nel corso dei lavori in quanto si è detto che si cercherà di preservarle. L’incontro si è tenuto, con circa un’ora di ritardo, presso la Parrocchia Santa Maria Assunta di Positano. A introdurlo l’architetto Paolo Fusco che ha presentato i relatori interventuti per illustrare il progetto di Manutenzione straordinaria della cupola della Chiesa Madre, invitati erano tutti i cittadini di Positano e le associazioni e coloro che hanno a cuore questa imponente opera architettonica, fra i presenti due membri del direttivo dell’associazione Posidonia. “La grande cupola maiolicata domina dal settecento in modo scenografico il territorio di Positano rappresentando un punto di riferimento per turisti , visitatori e per gli stessi positanesi. Oggi a causa di gravi infiltrazioni , conseguenza degli eventi climatici e del terremoto del 1980 – ha detto l’architetto Paolo Fusco -, si rende necessario un intervento di consolidamento statico ed una nuova impermeabilizzazione della stessa. L’auspicio dell’intervento è quello di restituire questo nostro monumento integro e restaurato al popolo che per tanti secoli l’ha custodito.” All’incontro hanno partecipato il · sindaco Domenico Marrone il progettista Ing. Vincenzo Bove la Soprintendenza di Salerno Dott. Giovanni Villani · il docente della Facoltà di Architettura “Federico II” Prof. Leonardo Di Mauro · il parroco di Positano Don Giulio Caldiero ·ha mandato i suoi saluti il responsabile dei musei provinciali Dott.sa Matilde Romito impegnata a Salerno. Bove ha illustrato il progetto. Si tratterà di rimuovere le maioliche, che sono messe con la calce sulla cupola, e poi fare un intervento di consolidamento con cemento e gabbie di ferro. Successivamente saranno apposte maioliche prodotte dall’antica ceramica di Salerno di Riccardo Bartoli. Sembra sia difficile recuperare le maioliche preesistenti, sottoposte a sbalzi di 60 gradi con il sole e abbassamenti di temperatura, sarebbero in parte deteriorate. Ma il vero problema sono il reperimento dei fondi. Ci vuole l’aiuto della Provvidenza, ma anche dei fedeli e delle istituzioni.

 


LE FOTO DELLA SERATA BY FRANCESCO FUSCO


http://www.positanonews.it/index.php?page=dettaglio&sez=Foto-by-Francesco-Fusco&id=16964