RAVELLO, IL SANTUARIO DI SS. COSMA E DAMIANO, IL 26 SETTEMBRE META DI PELLEGRINAGGIO

0

Dopo San Pantaleone,  suo patrono, Ravello in costiera amalfitana festeggia il 26 settembre, i SS. Cosma e Damiano, anche essi santi medici e martiri venerati nel Santuario a loro dedicato, diventato meta di pellegrinaggio
Molti oggi ricordano di quando la strada rotabile non era stata ancora costruita – fino agli anni Sessanta -e nonostante ciò arrivavano fedeli che percorrevano decine di chilometri a piedi, in segno di devozione e penitenza. Da qui arrivavano a piedi non solo da Positano e Amalfi, ma anche da Salerno e sopratutto dall’Agro Nocerino-Sarnese.E tanti, in ricordo di una prodigiosa guarigione, hanno lasciato qui un ex voto.
In questo luogo c’è tutto un mosaico di ricordi, di storie che parlano di sofferenza e poi di speranza e gioia. Un percorso della memoria fatto di devozione.
E il posto è davvero suggestivo: incastonato in una roccia, sembra dominare la Costa.
L’antica chiesa fu inglobata, negli anni Sessanta, nella costruzione del nuovo edificio in forme moderne, grazie al compianto monsignor Pantaleone Amato che ha rinnovato tutta l’area.
Le prime tracce di un documento storico che parlano di questa Chiesa, risale al 1397 ed è conservato nella Diocesi di Amalfi.
Ora si raggiunge il Santuario comodamente anche in auto, e a breve, per i portatori di handicap e per gli anziani, ci sarà la possibilità di usufruire di un ascensore che eviterà la scalinata, unico accesso che porta alla chiesa incastonata nella roccia.
Ancora oggi è molto sentito il culto per i santi taumaturghi, e per chi è mattiniero, può assistere già dalle 7, alla nenia “Celesti medici e avvocati” con la quale si invocano i Santi protettori. Alle 18 la processione e alle 19 la messa celebrata dal Vescovo.
Da qui si può poi proseguire in uno dei tanti sentieri che portano ad Atrani, o verso la grotta di Santa Barbara e magari proseguire per Villa Cimbrone.

The Sanctuary SS. Cosma e Damiano: September 26 is a destination for pilgrimage


After San Pantaleone, Ravello celebrates Sept. 26, Cosma and Damian, the medical saints and martyrs venerated at the Shrine dedicated to them, which became a destination for pilgrimage.
Many people still remember when the road had not yet been built – up to the Sixties-and despite this the faithful came along dozens of miles on foot, in a sign of devotion and penance.
And many, in memory of a miraculous healing, have left here a former vote.
In this place there is a whole mosaic of memories, stories that speak of suffering and hope and joy.
The sanctuary is impressive, nestled in a rock, which seems to dominate the coast.
In the 1960’s the old church was incorporated into the construction of the new building, thanks to Monsignor Pantaleone Amato who renovated that the entire area.
The first traces of a historical document that speak of this Church, dates from 1397 and are filed in the Diocese of Amalfi.
Nowadays ther is easy access to the Sanctuary by car, and in the near future, for the disabled and the elderly, there is the possibility of a lift that will avoid the stairs, the only access that leads to the church embedded in the rock.
www.ravellotime.it  il periodico dell’Azienda di Soggiorno e Turismo di Ravello diretto da Michele Cinque