Napoli. Yvonne Carbonaro. Masaniello.

0



Napoli. Yvonne Carbonaro. Masaniello.

Le GIORNATE di MASANIELLO – dramma in nove scene con approfondimento su “Berardina e le altre” di Yvonne Carbonaro 

Yvonne Carbonaro, già docente di italiano e storia, traduttrice e docente di spagnolo, è autrice di teatro, narrativa e poesia, e di ricerche storiche con particolare riguardo a Napoli e alla sua cultura.
Nella Collana Napoli Tascabile della Newton & Compton ha pubblicato: Le Donne di Napoli (1997), distribuito in allegato a “Il Mattino” nell´ottobre 2002, e Le Ville di Napoli (1999). Per la stessa editrice ha in preparazione altri titoli. Al suo attivo testi teatrali sulla storia della città: Quanno regnava Casa d´Aragona…(1984), Giacobini e Sanfedisti (1999), Nozze Reali alla Starza della Regina (2000), Dalla parte degli Svevi – L´ultimo fu Corradino (2002) e testi teatrali in lingua spagnola ad uso didattico, tra cui La historia de Jorgito, pubblicato nel 2001 in “Cuadernos de Italia”, a cura dell´Ambasciata di Spagna (Consejerìa de educaciòn y ciencias). Ha tradotto dallo spagnolo L´uomo light, di Enrique Rojas, psichiatra dell´Università di Madrid, edito in Italia nel 1996, presentato presso gli Istituti Cervantes di Napoli e di Milano. Collabora alle attività culturali del Consolato del Venezuela a Napoli. Per “Socrate” ha pubblicato Le stagioni del disincanto, quattro racconti con due multipli (grafiche) di Ciro De Falco, e sul periodico “Il Tiglio” il racconto lungo I giorni dell´amicizia (2002) che le aveva fruttato un premio letterario. È presente nell´antologia bilingue “Sentimento latino”, edita in occasione del gemellaggio (2004) tra poeti napoletani e rumeni, e ha ricevuto a Bucarest il Titolo di Membro Onorario della Società Scrittori Militari Rumeni e il Premio di Poesia (Premiul de Poezìe – Bucuresti Septembrie 2005). Sue poesie tradotte in rumeno compaiono sulle riviste “ Lumea Militara” e “Renasterea culturala”. La sua raccolta di poesie L´altra Capri  (Edizioni Gaeta, 2006) è stata presentata in anteprima nei giorni 11 agosto e 2 settembre 2006 ad Anacapri, a cura di questo Comune. Si ricordano altre due recenti pubblicazioni: L´altra Capri in foto e Le giornate di  Masaniello – dramma storico. Quest´ultimo volume, che vede la postfazione di Rosario Pinto, è patrocinato dall´Assessorato alle Pari Opportunità e dalla Consigliera di Parità Effettiva della Provincia di Napoli. L´autrice l´ha voluto dedicare ad Augusto Crocco, che aveva rivolto attenzioni su svariati temi della storia culturale di Napoli. Le giornate di Masaniello, testo teatrale di Yvonne Carbonaro (Napoli, Evaluna, 2008, p. 144, s.i.p.) segue il leggendario Masaniello di Elvio Porta, il Tommaso d´Amalfi, interpretato in scena da Domenico Modugno, di Eduardo De Filippo e La danza degli ardenti dello scrittore francese Jean-Noël Schifano. In questo lavoro, infatti, le fonti storiche dell´epoca, da  Francesco Capecelatro, Giuseppe Pollio ad Alessandro Giraffi ed altri riferiscono, grazie a due narratori, che introducono e ripassano le “giornate”. Le varie vicende si concludono con il canto delle strofe del Cunto ‘e Masaniello del grande maestro Roberto De Simone. L´autrice non prende posizione né per la tesi tradizionale, che vede Masaniello quale mero strumento nelle mani di Giulio Genoino e né per la tesi recente, intendiamo quella della scuola storico-giuridica partenopea, che considera Masaniello e Genoino strumenti nelle mani dei togati del tempo. Anche Berardina Pisa, moglie di Masaniello, è trattata da Yvonne Carbonaro, che la tratteggia con competenza e traccia, poi, anche un profilo sulla condizione della donna delle classi umili del tempo, cui fa seguito un sintetico supplemento sui giorni rivoluzionari del 1647 e sulle loro cause. In conclusione, libro da leggere, che supporta immagini sceniche.


 


Maurizio Vitiello