TORDIGLIANO INTERDETTA A LEGAMBIENTE. MA BARACCHE E BAGNANTI STANNO ANCORA LI

0

La spiaggia di Tordigliano di Vico Equense (non di Positano come tutti continuano a dire, si affaccia sulla Costiera Amalfitana e confina con Positano e Piano di Sorrento ma si trova in pieno territorio di Vico Equense) è interdetta ai volontari di Legambiente che vogliono pulirla, ma non ai bagnanti vari e alle baracche che rimangono ancora li a far bella mostra di se, come da anni. Gli attivissimi ragazzi del cigno verde sono di stanza a Nerano Massa Lubrense e sono impegnati tutta la giornata in pregevoli opere di volontariato, fra le quali quella di pulire la spiaggia, ma a Tordigliano, dove c’è stato il sequestro della sezione navale della Guardia di Finanza di Salerno, non gli è stato possibile. “Abbiamo chiesto alla Capitaneria di Porto di Castellammare -Sorrento se potevamo andare a pulire, ci hanno detto semplicemente che l’area è interdetta – spiega un volontario -, però giù c’erano barche a pochi metri da riva, gente che si faceva il bagno e le baracche belle posizionate come prima, salvo dei fili bianco-rossi che saranno i sigilli.” Insomma nulla cambia salvo il clamore mediatico e quei poveretti che non tutti sono da condannare, fermo restando che è illegale mettere una baracca, ma lo è pure costruire sul demanio marittimo, ma poi in tutto questo il paradosso, le baracche stanno li, la gente si fa il bagno e i volontari di legambiente, che volevano solo pulire la spiaggia, non possono andarci? Piccola nota da segnalare ai lettori vicani, quello è l’unico ingresso secolare per la spiaggia di Tordigliano, che addirittura procedeva direttamente da Arola provenendo da Monte Comune, come mai c’è apposta già l’intelaiatura per un cancello? E’ soprattutto la vostra spiaggia, non di Positano come scrivono tutti a causa della posizione logistica, difendetela.


Mi. Ci.