POSITANO, VIA GRADO E VIA BOSCARIELLO, FRA INTERRUZIONI E DEGRADO

0

Positanonews diventa spesso un cahiers de dolehance, rifiuti a Via Boscariello scale interrotte a Via Grado e alla Chiesa Nuova, fogne rotte alla Spiaggia Grande e acqua che manca. A Via Boscariello, proprio all’ingresso in discesa che parte dalla Statale Amalfitana a scendere giù, percorsi 10 scalini (dieci) le centinaia di turisti e residenti che passano si trovano di fronte ad una vera e propria piccola discarica abusiva che sta li da quasi una settimana, con le conseguenze che si possono immaginare, sotto gli occhi di tutti. A Via Grado, riferiscono, che gli escursionisti che amano percorre questa suggestiva e lunga scalinata che congiunge Montepertuso con Liparlati (nella foto) si trovano, senza avviso, di fronte ad una rete invalicabile di più di tre metri di altezza, proprio in località “Grotta del Craro” con il conseguente ritorno indietro per tre o quattro cento scalini sotto il sole cocente. L’interruzione sarebbe dovuta a lavori per l’apposizione delle reti al costone roccioso di Liparlati finanziati dalla Regione Campania per quasi tre milioni di euro che durano ormai da mesi. Ancora segnalazioni alla Spiaggia Grande di Positano dove pare che vi siano stati problemi alle fogne, poi riparati, ma per qualche giorno l’olezzo ha creato non pochi problemi a ristoranti e bagnanti. Ancora ci segnalano l’interruzione per lavori di una scala che congiunge la Strada statale amalfitana alla Piazza della Chiesa Nuova. Da Montepertuso e zone limitrofe abbiamo ricevuto segnalazioni di problema con l’erogazione idrica, di competenza del consorzio dell’Ausino di Salerno, da Laurito lamentele per la mancanza del servizio di depurazione con movimenti di protesta che vogliono arrivare a non pagare la tassa della depurazione. Altre lamentele da Arienzo, da Nocelle, chi si lamenta del ritardo nel ritiro dei rifiuti la mattina in Via Pasitea e Via Cristoforo Colombo, lamentele per il mare sporco e la minor pulizia alle spiagge periferiche come Fornillo, c’è chi ha lamentele serie  e chi si lamenta anche che fa troppo caldo con il classico “Piove Governo Ladro” ad agosto, sulla nostra pelle, abbiamo scoperto che, nonostante non dovrebbe essere così per un paese turistico, le istituzioni, tutte, nessuna esclusa, sono carenti se non addirittura assenti. La proposta di Lorenzo Cinque che parlava di una “Task Force” operativa per tutti i tipi di emergenza non è da escludere.  Spesso vengono segnalazioni da Amalfi, Ravello, Praiano, Positano, Sorrento, Vico Equense, Cetara e anche Castellammare e Salerno. Segno che siamo letti, ma non riusciamo a gestire tutto. Vi chiediamo di segnalre eventuali disservizi sul guest book, articoli o lettere sul sito nella parte in alto a sinistra dove c’è scritto inserisci notizia o evento e procurarsi anche foto da inviare a direttore@positanonews.it e info@positanonews.com ma anche per conoscenza alle mail del Comune di competenza della Costiera Amalfitana e Penisola Sorrentina e, quando si presenti un reato, alle forze dell’ordine. Non ci sostituiamo, ne intendiamo farlo, all’amministrazione, che ha le sue competenze e responsabilità, o agli organi di polizia. Facciamo i giornalisti, con i limiti dovuti al tempo e alle forze che abbiamo, e cerchiamo di farlo nel modo migliore possibile. Ma, senza che Positanonews diventi un giornale solo di denuncia (non è questo il nostro scopo, vogliamo un giornale tout court, modello Corriere della Sera o New York Times seppure rispetto alla realtà locale, quindi anche modello Metropolis e Mattino per la cronaca, ma questi sono i nostri riferimenti) chiediamo ai nostri lettori di essere protagonisti. Piena libertà ed indipendenza di scrivere, nel rispetto delle persone e delle leggi, con documenti alla mano, ma dovete scrivere anche voi. Positanonews sei tu.