PIANO DI SORRENTO, ANTONIO AVERSA. VI SPIEGO IL LINGUAGGIO DELLE GOMME

0

E’ l’uomo delle gomme da mezzo secolo in Penisola Sorrentina. Antonio Aversa, un arzillo giovanotto di settanta anni di Piano di Sorrento, sempre operativo e anche internauta, ci spiega il significato delle gomme. I figli stanno portando avanti brillantemente l’attività con Gommauto a Sant’Agnello, che sostituiscono nel mentre ci si prende un caffè qualsiasi tipo di ruota o riparano qualsiasi tipo di guasto, ma dietro di loro c’è sempre lui con i suoi consigli e segreti, come quello di capire il linguaggio delle ruote. “Bucare le gomme da sempre in Penisola Sorrentina ha avuto un preciso significato – spiega Antonio Aversa -, se ti bucano una gomma è un avvertimento o un dispetto, da non preoccuparsi troppo. In genere tutti hanno una ruota di scorta e quindi ti permettono di andartene, forse hai parcheggiato dove non dovevi o hai fatto quello che uno ritiene uno screzio o dato un pò di fastidio. Mentre quando ti bucano due gomme allora significa che non ti devi muovere e, per l’autore del gesto, hai fatto una cosa grave. Diverso il discorso delle quattro gomme, quello è decisamente un gesto forte, vuol dire non devi muoverti per sempre.” E se te ne bucano tre? “Va nella direzione delle quattro, a volte non riescono a bucarle tutte e quattro perchè una è accostata al muro.” Quante ne hai viste durante la tua vita? “Tante, per esempio uno che ogni volta che parcheggiava in un posto si ritrovava una gomma bucata e anche sorvegliando non riusciva a scoprire chi gliela bucava… poi scoprimmo che c’era un chiodo seminascosto a terra messo appositamente lì per non far parcheggiare nessuno.” L’impresa più grossa? “Qualche anno fa bucarono ruote ad una quarantina di macchine in piazza Cota a Piano di Sorrento, lasciarono dei volantini La Mano Nera ha colpito ancora, facemmo squadra e lavorammo avanti e indietro in continuazione, ma in giornata riuscimmo a sistemare tutte le auto.” Complimenti a tutta la famiglia Aversa da Positanonews.


Michele Cinque

Lascia una risposta